Pugilato, Europei Minsk: sorteggi difficili per gli azzurri

oa-logo-correlati.png

Si sono svolti da poco a Minsk (Bielorussia) i sorteggi dei tabelloni dei Campionati Europei di pugilato. Per l’Italia non è andata benissimo. Scopriamo perché.

-49 kg: primo turno agevole sulla carta per Manuel Cappai, che affronterà il bulgaro Tinko Rosenov Banabakov. In caso di successo, il giovane sardo troverebbe con ogni probabilità nei quarti il temibile russo David Ayrapetyan, campione d’Europa nel 2006 e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012. Per il podio servirà un’impresa.

-52 kg: peggio di così non poteva andare per Vincenzo Picardi. Per il campano, testa di serie n.1, un tabellone complicatissimo. Al primo turno subito l’emergente russo Ovik Ogannisian. Poi eventuale quarto con uno tra l’ucraino Denys Shkrubo ed il georgiano Avtandil Tchoubabria.

-56 kg: primo match possibile per Alessio Di Savino con l’israeliano Almong Briga. Strada sulla carta sbarrata, invece, in un eventuale quarto con l’ucraino Mykola Butsenko, tra i protagonisti della cavalcata fino alla finale degli Ucraina Otamans nelle World Series of Boxing.

-60 kg: assente Domenico Valentino, cercherà di mettersi in mostra il classe ’92 Donato Cosenza. Un’occasione più unica che rara per realizzare un exploit. Dopo un primo turno accessibile con uno tra il lettone Artjoms Ramlavs ed il moldavo Piotr Apostol, si giocherà l’accesso alla zona medaglia presumibilmente con l’ungherese Miklos Varga, bronzo nella rassegna continentale del 2008, ma tutt’altro che imbattibile. In questa categoria ci potrebbe scappare una gradita sorpresa azzurra, magari a tinte bronzee.

-64 kg: testa di serie n. 1, Vincenzo Mangiacapre affronterà nel primo incontro uno tra l’ungherese Nyeki e l’inglese Maxwell. Quarto eventuale con il vincente della sfida tra il russo Zakaryan ed il pericoloso scozzese Taylor. Anche in questo caso poteva andare meglio, ma il 24enne campano partirà in ogni caso con i favori del pronostico contro qualunque avversario di questa categoria.

-81 kg: Simone Fiori è un pugile di talento, ora è arrivato il momento di dimostrarlo. Il tabellone gli offre una possibilità. Primo turno possibile con uno tra l’estone Ainar Karlson e lo spagnolo Jhonathan Perez Saavedra, prima di un quarto accessibile. Il sogno è che l’azzurro possa raggiungere la semifinale e magari incrociare l’irlandese Joseph Ward.

I primi azzurri a scendere sul ring saranno nella giornata di domani Picardi, Mangiacapre e Fiori. Ricordiamo che è stato abolito il sistema del punteggio con le macchinette: ad imporsi sarà il pugile che si sarà aggiudicato due round sui tre in programma.

federico.militello@olimpiazzurra.com

 

Lascia un commento

Top