Pallanuoto femminile: il bilancio per l’Italia dopo la World League

oa-logo-correlati.png

Terminata la World League di pallanuoto femminile, è tempo di bilanci per la nazionale italiana, che ha chiuso sesta eliminata dal tabellone principale dalla Cina, che si è successivamente imposta nel torneo. Alla luce di questo il bilancio non può certamente essere negativo, anche perchè sono arrivati degli ottimi successi.

Non va inoltre dimenticato che il CT Fabio Conti, sia prima che durante la competizione, e dalle atlete stesse il torneo svoltosi a Pechino è stato importante specialmente in vista dei Campionati del Mondo del mese prossimo. Ha permesso, infatti, di provare nuove soluzioni e di rendere più affiatata una squadra giovane che deve imparare a giocare assieme anche nelle situazioni più importanti.

Nelle partite con Spagna, Canada, Australia e Cine si è messa in mostra Roberta Bianconi, sempre a segno con più e più gol. Come lei anche Giulia Emmolo, che dopo un campionato ad altissimi livelli si è confermata anche in queste partite. Le prestazioni fornite dalle ragazze del Setterosa in ogni caso sono state ottime e lasciando ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti.

Le sconfitte sono sempre arrivate con uno scarto minimo, e non devono assolutamente essere vissute come un dramma, dato che uno-due gol possono anche essere limati. L’Italia, ai Mondiali, è pronta a giocarsi le sue carte e conquistare un ottimo risultato in campo internazionale.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto:  Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top