Giro del Delfinato: il ritorno di Boasson Hagen

oa-logo-correlati.png

La terza tappa del Giro del Delfinato premia Edvald Boasson Hagen,  che è il primo a transitare sul traguardo di Tarare dopo 167 km vincendo la volata di gruppo.

Pronti via e un quartetto prende un certo vantaggio: all’attacco ci vanno infatti il giapponese Fumiyuki Beppu (Orica), l’eterno spagnolo Juan Antonio Flecha (Vacansoleil), lo statunitense Jacob Rathe (Garmin) e il fiammingo Sander Cordeel (Lotto-Belisol). La Europcar di David Veilleux, leader della classifica, tiene sotto controllo la situazione, con l’aiuto anche della FDJ di Nacer Bouhanni. Ad una dozzina di chilometri dall’arrivo avviene il ricongiungimento: poco dopo, un altro belga della Lotto, ovvero Bart De Clerq, tenta l’allungo sull’ultima salita di terza categoria, per essere ripreso solo ai -2. Molte squadre tentano di organizzare un treno, ma le numerose curve dell’ultimo chilometro scompigliano più volte le carte in tavola: alla fine la spunta Boasson Hagen, che coglie il suo terzo successo stagionale dopo una frazione e la classifica finale al Giro di Norvegia. Il talento della Sky precede di pochissimi centimetri l’australiano Michael Matthews (Orica) e il belga Gianni Meersman (Omega Pharma); quarto il mai domo Thor Hushovd (BMC), davanti ad un Elia Viviani che perde le posizioni migliori proprio nell’ultima curva.

Domani quarta tappa, ovvero la cronometro di 32.5 km, completamente piatti, tra Villars-les-Dombes e Parc des Oiseuax.

foto tratta da cadencecycling.blogspot.com

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top