Europei U21, Italia-Olanda: letali nelle ripartenze

oa-logo-correlati.png

Gli azzurrini di Mangia sono riusciti ad accedere alla finale dell’europeo Under 21, prevista martedi alle 18 contro la Spagna. Il segreto di questa squadra? Le ripartenze. Con l’assenza di Marrone per infortunio la squadra azzurra subisce passivamente le offensive degli avversari, ma senza subire grossi pericoli grazie ad una difesa che sa chiudersi ottimamente.

Gli olandesi hanno messo in grossa difficoltà i nostri giocatori, attuando un pressing alto, impedendo l’impostazione ai nostri centrali difensivi. Maher è stato l’ombra di Verratti, chiudendogli tutte le linee di passaggio. Fondamentale per l’Italia è stata appunto la ripartenza: nelle poche occasioni in cui il centrocampo olandese ha perso palla sulla propria trequarti il pallone è stato affidato sempre nei piedi di Lorenzo Insigne, unico dei nostri in grado di realizzare il passaggio decisivo. Così è stato anche nell’occasione del gol, dove Insigne, innescato da Gabbiadini, serve un pallone in area per Borini che accorcia ottimamente e dribbla l’avversario con il controllo prima di piazzare il destro sul palo più lontano. Come con l’Inghilterra i nostri sono cinici e sfruttano una delle poche occasioni che gli avversari ci concedono.

Ora ci attende la Spagna, squadra che, come quella orange, predica il gioco attraverso una manovra avvolgente. Starà ai nostri cercare di rubare palla più alti possibile per cercare di innescare i nostri attaccanti e di conseguenza fare male.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top