BMX: Romain Riccardi, simbolo del nuovo corso azzurro

oa-logo-correlati.png

Il nuovo quadriennio olimpico della BMX azzurra, con l’obiettivo di fare bene ai Giochi Olimpici di Rio 2016, è segnato da un profondo ricambio generazionale.

Nella squadra diretta da Ludovic Laurent si stanno ben comportando soprattutto Roberto Cristofoli, veronese vincitore del titolo nazionale 2012, e Romain Riccardi. Come tradisce il nome, questo ragazzo è italo-francese: 25 anni da compiere il prossimo 26 luglio, vive a Saint-Étienne, nella Loira, dove gareggia per il team locale. Al pari di Cristofoli, è stato uno degli atleti che, circa un anno fa, prese parte ai trials nazionali per scegliere il rappresentanto azzurro a Londra 2012, con la vittoria di Manuel De Vecchi. In questo 2013 l’italiano d’Oltralpe sta confermando ottime doti: nel circuito francese, ha vinto una prova collezionando un’altra serie di ottimi piazzamenti e, di fatto, perdendo il successo finale unicamente per la concomitanza con la prova di Coppa del Mondo a Santiago del Estero, in Argentina: proprio qui, Riccardi è stato capace di centrare la semifinale, venendo limitato solamente dalla caduta di un rivale.

Ora è il momento delle conferme: al pari di Cristofoli, Fantoni, Giustacchini e Nodari, parteciperà alla prova di Papendal, in Olanda, in programma il 15-16 giugno, cercando possibilmente di eguagliare lo splendido risultato portato a casa dall’America Latina.

foto tratta da bmxr.it

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top