Muore Nino Bibbia, primo oro azzurro alle Olimpiadi invernali


Lo sport italiano piange un pezzo di storia: è infatti scomparso, all’età di 91 anni, Nino Bibbia, prima medaglia d’oro nella storia del nostro Paese ai Giochi Olimpici Invernali.

Nato a Bianzone, in Valtellina, il 15 marzo 1922, trovò fortuna oltreconfine, a St.Moritz, dove iniziò a lavorare come fruttivendolo, per poi dedicarsi agli sport invernali, già allora molto praticati nella località dell’Engadina. Proprio a St.Moritz prese parte alle Olimpiadi invernali del 1948, partecipando al bob a due (ottavo con Campadese), al bob a quattro (sesto assieme a Ronchetti, Campadese e Cavalieri) e soprattutto allo skeleton, dove colse un’incredibile medaglia d’oro precedendo veri pionieri di questo sport come lo statunitense John Heaton e il britannico John Crammond. Bibbia continuò a gareggiare in questa spettacolare disciplina anche se fu tolta dal programma olimpico, per essere reinserita unicamente da Salt Lake City 2002; la Cresta Run, mitica pista di St.Moritz, lo fece entrare nella leggenda, poiché lì vinse oltre 200 competizioni.

foto tratta da davoserzeitung.ch

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top