Pallanuoto: quanti talenti azzurri nel campionato di serie A1

Vergano, Fondelli, Presciutti, ma non solo, in questo campionato di serie A1 2012/2013 troviamo una lunghissima lista di nomi di giovani italiani che si stanno mettendo in luce e che in futuro diventeranno protagonisti anche in nazionale. Andiamo a scoprirli ruolo per ruolo.

Portieri: il ruolo del portiere è quello meno fertile, anche perchè sarà difficile trovare l’erede di Stefano Tempesti, ma anche qui non siamo privi di talenti: due estremi difensori forti in prospettiva futura giocano entrambi per l’RN Camogli, sono Fabio Viola (1996) e Lorenzo Gardella (1993), poi c’è Marco Del Lungo (classe ’90), già convocato da Campagna per la World League, che sta facendo faville giocando titolare con il Brescia capolista.

Difensori: in difesa non abbondiamo con i nomi, ma abbiamo forse il più talentuoso di tutti: Andrea Fondelli della Pro Recco. Il diciottenne genovese è già andato a segno in World League con il Settebello e farà sicuramente la fortuna in futuro della squadra di Campagna.

Centrovasca: qui troviamo una grande varietà di giovani: Luca Cupido (1995) del Camogli, tra i vincitori del Mondiale juniores a Perth lo scorso anno, Tommaso Vergano del Bogliasco, titolare con il Settebello contro la Romania, Stefano Luongo (1990) della Pro Recco.

Attaccanti: tra i giocatori più offensivi ci sono: Francesco Di Fulvio (1993) della Florentia, anche lui ha già esordito in nazionale, Luca Damonte (1992) della Carisa Savona, Nicholas Presciutti, fratello del vice campione olimpico Christian e già convocato da Campagna.

Centroboa: per finire nel ruolo di centroboa abbiamo: Fabio Baraldi (1990) del Posillipo, Federico Lapenna (1988) della Pro Recco e Giovanni Bianco (1992) della Carisa Savona.

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket,SerieA1: Top&Flop, fenomeno Diener, Milano riscopre Fotsis

Hockey su prato: altro 3-3 per l’Italia contro la Scozia