Top&Flop della settimana. Manassero e sci alpino, l’Italia convince

oa-logo-correlati.png

1.- Golf: come solo i campioni sanno fare. Alla terza buca di spareggio con un fantastico “eagle”. Matteo Manassero ha vinto con 271 colpi (70 68 64 69, -13) il Barclays Singapore Open (European Tour) battendo allo spareggio il sudafricano Louis Oosthuizen, dopo averlo raggiunto con un birdie alla 72ª buca. Il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno mondiale, ha chiuso al terzo posto con 274. Grande giornata per il golf italiano che festeggia anche la quinta posizione di Francesco Molinari. Manassero è il primo teenager a conquistare tre titoli nell’European Tour e ha ottenuto il terzo all’età di 19 anni e 206 giorni, facendo un gran balzo di 39 posti nel ranking mondiale (ora é 46esimo).

2.-Sport Invernali: grande Italia anche nello slalom di Levi, seconda prova di World Cup di sci alpino. Dopo il secondo posto nel gigante di apertura, il migliore dei nostri è ancora una volta Manfred Moelgg, quarto a 73 centesimi dal vincitore e a 12 centesimi dal podio. Moelgg si è completamente ritrovato anche in slalom, dopo lo splendido podio di apertura della stagione nel gigante di Soelden. Altro azzurro in grande spolvero è Patrick Thaler, decimo a metà gara e capace di risalire fino al quinto posto finale a 95 centesimi dal vincitore. Inoltre, l´olimpionico Giuliano Razzoli termina 13°. Adesso “Manny” é secondo in Classifica Generale. Indiscutibilmente, siamo la prima squadra del mondo in slalom.

3.-Ciclismo: con una grande prova di forza Davide Viganò ha conquistato a Montichiari (Brescia) il titolo di campione d’Europa della gara derny, la spettacolare specialità su pista che si corre dietro moto leggere. L’azzurro, guidato dall’esperto Cordiano Dagnoni, è stato autore di una prova maiuscola e ha condotto la finale (40 km) a 61,800 km orari, battendo il favoritissimo della vigilia, l’olandese Peter Schep. Bravo Davide!

4.-Rugby: era dal ’98 che non vincevamo tre partite di seguito. Ci è riuscita la nazionale di Brunel, battendo Tonga nel primo test match autunnale, per 28-23 a Brescia. Conferma dunque delle gerarchie mondiali (noi undicesimi, Tonga dodicesimi). Le tre mete sono state realizzate da Cittadini e Ghiraldini, più una marcatura tecnica. Ora sotto con gli All Blacks e Wallabies, dove ovviamente, sarà ben altra musica.

Cari amici, alla prossima settimana!

Maurizio Contino

redazione@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top