Salto con gli sci: Top&Flop dopo Lillehammer

oa-logo-correlati.png

Si è concluso il primo fine settimana di gare della Coppa del Mondo di salto con gli sci. Tra sabato e domenica si sono disputate due competizioni maschili, una dal trampolino piccolo e una dal trampolino grande di Lillehammer, in Norvegia, e una femminile. Andiamo a vedere quali atleti si sono comportati nel migliore dei modi e quali, invece, non ne sono stati in grado.

TOP:
Gli austriaci Gregor Schlierenzauer e Thomas Morgenstern, dopo solo due gare, si sono già portati al comando della classifica generale. Il primo, dopo l’ottavo posto di sabato sul trampolino piccolo, non si è fatto attendere per conquistare il successo domenica nella prima apparizione sul trampolino grande, che meglio si adatta alle sue caratteristiche. Morgestern, dal canto suo, ha ottenuto un secondo ed un terzo posto, dimostrandosi solido dal punto di vista tecnico e conquistando il pettorale giallo di leader della classifica. Si sono comportati in maniera egregia anche i saltatori norvegesi di punta. Anders Bardal,  Anders Fannemel e Anders Jacobsen hanno ottenuto risultati di prestigio. Bardal, detentore del titolo, sembra aver fatto capire che le prestazioni della passata stagione non erano frutto di exploit, ma di una vera e propria maturazione tecnica. Fannemel, ad appena 21 anni, ha dimostrato di essere competitivo in entrambe le competizioni. Jacobsen, dal canto suo, è tornato dopo un anno di pausa risultando in grado di conquistare posizioni di vertice. Tra le ragazze la giapponese Sara Takanashi e la statunitense Sarah Hendrickson sono sembrate le migliori. Takanashi ha conquistato la seconda vittoria in Coppa del Mondo con un’ottima prestazione, mentre Hendrickson, dopo un’estate travagliata, ha ottenuto una seconda posizione che fa ben sperare per il proseguo della stagione. Ottima prestazione anche per l’azzurra Evelyn Insam che, dopo gli splendidi salti di venerdì che hanno permesso all’Italia di raggiungere il podio nella gara a squadre mista, si è confermata anche sabato, quando ha chiuso in quinta posizione.

FLOP:
Sembrerà strano, ma il primo flop della settimana può essere considerato il vincitore di sabato: Severin Freund. Il tedesco, infatti, ha faticato molto domenica, chiudendo in 16esima posizione sul trampolino grande. Nulla di preoccupante, ma su entrambe le serie è sembrato lontano dai migliori, anche se nella prima è stato sfortunato con le condizioni del vento. Nell’arco della stagione si disputano quasi tutte le gare su trampolini grandi, quindi Freund, se non dovesse migliorare in questa tipologia di competizione, difficilmente potrà ambire ad una delle prime posizioni in classifica generale. Inizio difficile, sotto tutti i punti di vista, per il polacco Kamil Stoch, mai nelle prime 29 posizioni in due gare. Attraverso una fase di crisi, invece, il movimento finlandese: la squadra, già di per sè non troppo competitiva e priva di Ville Larinto, ha perso anche Janne Happonen, il suo miglior esponente, per un infortunio al ginocchio che gli dovrebbe impedire di saltare per 5/6 settimane. Tra le donne non ha passato il taglio per accedere alla seconda manche la tedesca Ulrike Graessler, addirittura 36esima nella gara di sabato. Ci si aspettava forse qualcosa di più dall’austriaca Daniela Irasckho, che non sembra aver iniziato al meglio la stagione con un sesto posto.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: thomasmorgenstern.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top