Fondo, staffetta femminile: l’Italia affonda nelle retrovie

oa-logo-correlati.png

Va alla Norvegia la prima staffetta femminile della Coppa del Mondo di sci di fondo disputata a Gaellivare, in Svezia. Un risultato scontato considerando che quello scandinavo è un vero e proprio Dream Team, composto nell’ordine da Vibeke W. Skofterud, Therese Johaug, Martine Hagen e Marit Bjoergen.

Seconda piazza a 19 secondi secondi dalla vetta per la Svezia di Charlotte Kalla, mentre non sorprende il terzo gradino del podio degli Stati Uniti, che già ieri avevano impressionato nella 10 km skating: proprio le sciatrici yankees potrebbero rivelarsi la più seria insidia per la Norvegia a breve-medio termine.

Come previsto, invece, l’Italia esce dalle prime 10 posizioni, chiudendo con un’anonima 13ma posizione. Molto bene solo Virginia De Martin nella prima frazione in tecnica classica, capace di portare al termine i suoi 5 km nel gruppo delle migliori (era addirittura quarta). Poi grosse difficoltà per Elisa Brocard in alternato, mentre non hanno brillato a skating neppure Debora Agreiter e Marina Piller. Sarà dura uscire in tempi brevi da questa situazione di anonimato.

 

Lascia un commento

scroll to top