Esordio in Challenge Cup per la Futura Roma

oa-logo-correlati.png

Tutto pronto per l’esordio della Futura Roma nella Challenge Cup. Le ragazze del team Federale disputeranno il terzo turno contro le svedesi dell’H 65 Höör.

L’incontro sarà tutt’altro che facile, infatti, la squadra scandinava è la terza forza del suo campionato con sette gare vinte su nove disputati. La compagine di Mister Trespidi è reduce da una settimana di stop dopo quattro vittorie consecutive in Top League. L’unica assenza tra le file azzurre sarà Anika Niederwieser, infortunatasi nell’ultimo match contro l’RK Piran.

“Per quasi tutte le ragazze sarà l’esordio assoluto in una Coppa Europea. È sicuramente un’esperienza importante per tutte loro. Veniamo da un sabato in cui abbiamo riposato nella Top League, per l’indisponibilità del campo della squadra slovena, mentre giocare ci avrebbe permesso di provare sul campo anche senza Anika (Niederwieser ndr), in vista di una partita che domani si rivelerà molto fisica. Contiamo molto sull’apporto della 17enne Ilaria Dalla Costa. Le altre ragazze stanno bene”, commenta il tecnico Marco Trespidi. Il sorteggio ha riservato un’avversaria particolarmente ostica alle ragazze italiane: “Si sono rinforzate rispetto alla passata stagione. Ora sono terze con sette vittorie e sono in grande forma”.

“L’obiettivo è quello di fare il meglio, anche in vista della partita di ritorno che giocheremo a Brixen sabato prossimo. Abbiamo cercato ad ogni costo di giocare a Brixen e in Alto Adige. Ritengo che quest’area si stia esprimendo al meglio in questo momento, dando un grande apporto alle squadre nazionali, a tutti i livelli (4 convocate nell’U17, 2 nell’U18, 2 nell’U20 e 3 nella Senior ndr)”. Sulla partita di domani: “Scendere in campo per cercare di ottenere un risultato che ci consenta di giocarci tutto in casa. In quel caso potremo provare a recuperare anche Niederwieser, che verrà comunque impiegata sul campo solamente se ci sarà un motivo per farlo”, conclude l’allenatore di Futura.

“Per la maggior parte di noi quella di domani è la prima partita in una Coppe Europea”, dice alla vigilia Cristina Lenardon, il capitano del team Federale. “Durante la settimana abbiamo lavorato bene, facendo anche video-analisi e studiando il gioco delle nostre avversarie. Vogliamo utilizzare la velocità come nostro punto di forza. Sappiamo che le partite di Coppa sono una storia a sé rispetto a quelle del campionato o della Nazionale. L’obiettivo è chiaramente quello di far bene e di restare aggrappate al risultato, per poi cercare di sfruttare il fatto di giocare in casa la partita di ritorno”.

michelepio.pompilio@olimpiazzurra.com

foto tratta da figh.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top