Under 21, così non va: l’Irlanda passa 4-2, ma quanti errori!

oa-logo-correlati.png

Si chiude nel peggiore dei modi il girone di qualificazione degli azzurrini verso gli Europei di categoria del 2013. A Casarano, infatti, arriva la prima sconfitta per mano di una coriacea Irlanda, che si impone per 4-2 giocando oltre un tempo in inferiorità numerica e chiudendo addirittura in 9 uomini.

Eire avanti al 23′ con Sean Murray, ma dieci minuti più tardi Caldirola pesca il jolly di testa e fa 1-1. Poi il primo avvenimento che potrebbe cambiare il match: rigore per gli azzurri, espulso Wiilams, ma Immobile spara sul portiere e fallisce miseramente. Si va al riposo in parità, ma la situazione, anche in virtù delle unità in campo, sembra nettamente favorevole agli uomini di Devis Mangia.

Ma il bello del calcio, si sa, è proprio il non essere una scienza esatta. E così nel giro di due fatali minuti gli irlandesi scappano sul doppio vantaggio, grazie alla rete di Doran ed al missile dai 35 metri di Henderson. Per gli azzurri è notte fonda, e metafora migliore non può esistere considerato anche il black-out che interrompe l’incontro per oltre venti minuti. Quando si ricomincia, però, la solfa non cambia: Doran sigla la doppietta personale che vale il poker, reso meno amaro da El Shaarawy allo scadere dopo il rosso a Forde.

Adesso si andrà ai play-off, amari per noi contro la Bielorussia due stagioni or sono. Nonostante aver dominato il girone (eccezion fatta per stasera), c’è ancora la possibilità di non prendere il via ad Euro 2013: una regola assurda, ma che va rispettata. E allora forza ragazzi, che sia Germania (la più pericolosa sulla carta) qualche altro avversario non conta, bisogna dimostrare di essere all’altezza della situazione. Perchè abbiamo un undici fenomenale, soprattutto nel reparto offensivo, ma sta a Mangia dirigere adeguatamente l’orchestra.

 

Twitter: @FCaligaris

Foto da: calciomercato.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top