Sollevamento Pesi, ripartiamo da qui!

oa-logo-correlati.png

A pochi giorni dal termine degli Europei Under 17 di sollevamento pesi, è tempo di fare un bilancio su come gli atleti azzurri si sono comportati in questo evento.

Dopo un quadriennio difficile, in cui solo il 17enne Mirco Scarantino si è qualificato alle Olimpiadi, per la pesistica azzurra è giunto il momento di ricominciare e di farlo dai giovani che si stanno mettendo in mostra. Scarantino dovrebbe essere il punto di riferimento del movimento dopo aver conquistato a Bucarest ben tre medaglie, di cui due ori, nella categoria under 56kg. Il prossimo obiettivo è fare bene ai Mondiali under 17 a Kosice, in Slovacchia, dove il nisseno si misurerà con atleti provenienti da tutto il mondo.

Sono arrivate medaglie anche da Antonino Pizzolato nella categoria 77 kg. Due bronzi, nella generale e nello slancio, raggiunti grazie ad un grandissimo carattere. Prestazione da incorniciare per la giovanissima Alessandra Pagliaro, che nonostante la giovanissima età ha sfiorato il podio chiudendo in quarta posizione nella 44kg. Il materiale umano, dunque, non manca, ma non bisogna assolutamente sprecare le potenzialità di questi ragazzi che devono essere stimolati a fare sempre meglio. La squadra azzurra è giovane e se i tecnici dovessero riuscire a recuperare, specialmente dal punto di vista psicologico Jenny Pagliaro, potremmo tornare nelle posizioni che contano delle classifiche. A tal proposito va sottolineato il progetto federale per accompagnare questi ragazzi anche dal punto di vista scolastico, permettendo loro di studiare ed allenarsi nella stessa struttura a Roma, sempre a stretto contatto coi tecnici.

I presupposti per, quantomeno, figurare a Rio 2016 ci sono tutti, ora è necessario il lavoro e l’impegno di tutti.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top