Golf, Open d’Italia: Mulroy in testa dopo il terzo giro, ma Manassero è in agguato!

oa-logo-correlati.png

Il terzo giro dell’Open d’Italia di Golf ha visto balzare al comando il sudafricano Garth Mulroy, che ha completato le 18 buche con 66 colpi, 6 sotto al par, che lo porta ad un totale di -17. Da solo, al secondo posto, lo spagnolo Gonzalo Fernandez-Castaño, che ha girato in 67, portandosi ad un solo colpo da Mulroy, con un totale di 200 colpi. Dietro di lui altri suoi due connazionali, Rafa Cabrera-Bello e il capitano dell’Europa alla prossima Ryder Cup, Pablo Larrazábal. I due hanno chiuso rispettivamente con 65 e 66 colpi, ma per il torneo sono alla pari a quota 201.

In quinta posizione troviamo un sestetto in cui spunta il nome di Matteo Manassero, protagonista di una giornata eccezionale. Il veneto ha girato infatti in 65 colpi, con 7 birdie e nessun bogey, assestandosi a 4 colpi di distanza da Mulroy. A far compagnia al giovane italiano troviamo il belga Colsaerts – che sarà protagonista anche alla Ryder Cup – il gallese Price, il tedesco Martin Kaymer, (altro protagonista della prossima sfida Europa-USA) l’inglese Bland, leader alla fine del secondo giro, e il francese Bourdy.

Buon giro anche per Lorenzo Gagli, che ha chiuso con 68 colpi, portandosi ad un totale di -11, in 16esima posizione. Giornata assolutamente da dimenticare invece per Francesco Molinari, che ha chiuso il terzo giro addirittura con un +4, sprofondando quindi in 70esima posizione. Per lui ben 37 putt, a dimostrazione di quanto sia stato poco preciso.

Giornata quindi in chiaroscuro per il golf italiano, che comunque può decisamente sorridere per l’exploit di Manassero, il quale si candida prepotentemente alla vittoria finale, ambizione tra l’altro mai nascosta dal 19enne in questi giorni. Gli ostacoli sul cammino del 19enne veneto sono rappresentati soprattutto dai tre spagnoli, che hanno fatto vedere un ottimo gioco quest’oggi, mentre Mulroy, che oggi ha preso davvero poco fairway, potrebbe far vedere segni di cedimento. La giornata di domani si prospetta quindi sicuramente affascinante; i pretendenti alla vittoria sono tanti, aspettiamoci grande spettacolo.

 

Daniele Pansardi

redazione@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top