Calcio donne: costituita l’Assocalciofemminile

oa-logo-correlati.png

E’ nata domenica in quel di Firenze l’Associazione  dei Presidenti della società di calcio femminile (AICF). Ad aderire all’iniziativa è la maggioranza delle società di Serie A e una significativa rappresentanza delle società di A2. Roberto Salerno è stato eletto Presidente della neonata associazione e subito si è messo all’opera chiedendo un incontro con il Presidente della FIGC Giancarlo Abete con all’ordine del giorno i seguenti punti:
-lo sviluppo permanentemente “bloccato” del calcio femminile,
-l’assenza di qualunque sostegno economico alle società,
-il vuoto progettuale e relazionale con le società da parte dei vertici del calcio nazionale.

Queste le dichiarazioni di Salerno a fine assemblea:
“Le ultime Olimpiadi di Londra e i Mondiali di calcio femminile svoltisi in Germania quest’anno, hanno dato l’esatta misura della potenza del calcio femminile europeo e, quindi, di come potrebbe essere anche quello italiano che, però, dopo circa 30 anni di vita, è permanentemente “bloccato” e discriminato. Nessun sostegno economico e un vuoto relazionale e progettuale che ci accomuna ai Paesi più sottosviluppati del mondo. Nasciamo per dialogare ed essere costruttivi ma siamo disposti anche a iniziative clamorose se non si pone fine a questo “soffocamento” graduale e inesorabile a cui sono sottoposte le società italiane. Stamani ho inviato una lettera al Presidente Abete per essere ricevuti e per discutere subito di problemi spinosissimi quali la trasformazione della DCF in un semplice Dipartimento della LND che per gli associati è un tunnel senza via di uscita nonché di tutto il resto prime fra tutte l’organizzazione e la composizione dell’attuale campionato di serie A2 che necessita di una revisione di costi e di logistica territoriale urgentissima.

Ci rivolgeremo a tutte le istituzioni della Nazione e se sarà necessario anche alla corte dei diritti umani dell’AIA” .

Lascia un commento

Top