Show Player

Top e flop della settimana: super Donato, in crescita il Settebello



1.-Atletica: gli Europei di Helsinki (i primi a cadenza biennale) si sono rivelati con più ombre che luci per la delegazione azzurra. Forse per la concomitanza con Londra2012 (un mese prima), forse per l’assenza di maratone e marcia in questa edizione, ma la sensazione è che forse si poteva fare di più. Abbiamo peggiorato le 6 medaglie di Barcellona2010, con solo 3 podi (1o-1a-1b), ma con la differenza che in Spagna non avevamo vinto nessun oro. L’onore del gradino più alto è toccato a Fabrizio Donato (foto-copertina), che ha vinto il salto triplo con un balzo fantastico di 17.63 (sarebbe stato record italiano outdoor se non fosse stato per il vento oltre il 2 mt/sec). La prestazione del 35enne è la seconda misura mondiale dell`anno, che ci fa ben sperare per Londra. L’argento di Meucci nei 10.000 e il bronzo di Chiara Rosa nel peso femminile completano i podi azzurri, che sono ottavi nella classifica per nazioni e undicesimi nel medagliere. Belle prestazioni da parte di alcuni giovani (Tamberi, Hooper, Stecchi), ma anche controprestazioni (Grenot, Abate, Caravelli, Salis), e soprattutto flop clamorosi come le 4 staffette -nessuna classificata per la finale- e ora a serio rischio di esclusione da Londra2012. I giovani talenti li abbiamo, forse è ora di cambiare i quadri tecnici e la programmazione nella FIDAL, per non disperderli ed evitare si ripetano altri esempi (in negativo) come Andrew Howe. Ora sotto con i mondiali junior di Barcellona. E dopo sarà Londra.

2.-Superbike: strepitoso botta e risposta tra Max Biaggi e Marco Melandri, vincitori delle due gare spagnole di un Mondiale Superbike sempre più elettrizzante. Il ravennate adesso è a 48 punti dalla vetta del romano, in un campionato mondiale che sta diventando sempre più azzurro!

Loading...
Loading...

3.-Boxe: agli Europei Junior di Sofia, bella medaglia di bronzo per Vincenzo Colella. L’azzurrino non è riuscito ad avere la meglio in semifinale sul bulgaro Dushkov, che ha fatto suo il match con il punteggio di 11-6. Colella, contro un avversario più alto di lui e con un allungo maggiore del suo, non ha saputo, come aveva fatto nei precedenti incontri, prendere fin da subito le redini dell’incontro. Onore comunque per la medaglia conquistata.

4.-Pallanuoto e Nuoto: incomincia a crescere la condizione del Settebello, che al torneo di Cosenza conquista un bel bronzo surclassando la Serbia nel 4º tempo, segno di uno smaltimento del carico degli allenamenti di queste settimane. Avanti così per Londra2012. Nel nuoto invece, alla Coppa Comen 2012 in Spagna (categoria ragazzi), schiacciante vittoria degli azzurrini nella manifestazione riservata ai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Vittoria in modo netto sia nel settore femminie che in quello maschile. Da evidenziare le belle performance di Nicolangelo di Fabio e Mattia Zuin.

5.-MTB: nella 6^ tappa di World Cup XC disputata a Windham (USA), bel terzo posto di Marco Aurelio Fontana nella gara vinta dal sudafricano Stander. Nino Schurter, assente, mantiene comunque la leadership di Coppa, con soli 12 punti di vantaggio su Stander. Fontana, invece, sale al 4º posto in classifica generale. Bella prova in vista della gara a Cinque Cerchi.

6.-Scherma: al termine dell’assalto di finale che ha visto l’Italia superare la Cina per 45-38, vincendo così la prova a squadre della tappa di Coppa del Mondo svoltasi a L’Avana, gli azzurri del fioretto hanno avuto la certezza di mantenere il primo posto nel ranking mondiale prima di Londra2012, che ci assicurerà il migliore tabellone possibile in Gran Bretagna. Anche senza Baldini e Cassarà -rimasti a riposo in Italia- Valerio Aspromonte, Giorgio Avola, Alessio Foconi ed Edoardo Luperi non hanno fatto rimpiangere i loro compagni. Bravi!

7.-Tennis: non si ferma più Filippo Baldi. Terza vittoria di fila in un torneo ITF U.18, sempre in terra tunisina. A Wimbledon, invece, finisce agli ottavi il sogno delle nostre azzurre Vinci, Schiavone e Giorgi, con la lieta notizia del livello finalmente raggiunto dalla 20enne marchigiana e le sue immense potenzialità espresse. La maceratese è un patrimonio del nostro tennis che dobbiamo preservare e coltivare, così come Baldi e Quinzi. Grazie a questo risultato, Camila entrerà già dalla settimana prossima nelle top 100 del mondo -intorno alla 90esima posizione, da 145esima prima di Wimbledon-. Questo vuol dire, sin dagli Us Open, di non dover passare attraverso le qualificazioni, ma entrerà direttamente nel main draw, risparmiando energie preziose. Il futuro è tutto suo. Cari amici, alla prossima settimana!

 

Maurizio Contino

maurizio.contino@olimpiazzurra.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top