World Series of Boxing 2017 – Italia Thunder sconfitti in Francia, Clemente Russo suda ma trionfa

Boxe-Clemente-Russo-WSB.jpg

A Le Cannet (Francia) gli Italia Thunder incappano nella prima sconfitta stagionale nelle World Series of Boxing. I France Fighting Roosters si impongono per 3-2 e incamerano la seconda vittoria nella competizione, proprio come i British Lionhearts e la nostra compagine.

La grande stella della serata è Clemente Russo che tornava sul ring dopo il successo maturato contro Filipi all’esordio nella competizione. Tatanka, al secondo match dopo la delusione delle Olimpiadi di Rio 2016, ha dovuto faticare per avere la meglio su Kevin Kuadjovi, 29enne togolese esordiente e che sfruttando le sue lunghe leve ha dato del filo da torcere al pugile di Marcianise.

Il bimedagliato olimpico si è imposto soltanto per split decision (48-47; 47-48; 50-44), faticando nella parte centrale dell’incontro. Clemente aveva iniziato alla grande, picchiando davvero duro e mettendo alle corde l’avversario, che sembrava decisamente in crisi. Kuadjovi non ha però demorso e ha provato a fare match pari, convincendo due giudici su tre nella seconda e quarta ripresa. La classe e l’esperienza del nostro campione si sono però rivelate determinanti per conquistare il successo.

 

Russo ha vinto così l’incontro della 91kg, già certo che i suoi Thunder avevano perso la riunione. Il 27enne Raffaele Munno, al rientro nelle WSB dopo i due incontri disputati nel 2015, è stato surclassato da Nizar Trimech con un secco 3-0 (50-45; 50-45; 50-45) per quanto riguarda i 75kg. Con lo stesso punteggio si è concluso il match dei 64kg tra il favoritissimo Hassan Amzile ed Ennio Zingaro, 27enne con alle spalle tre vittorie tra i professionisti ma oggi mai in grado di impensierire l’avversario.

In precedenza Francesco Grandelli aveva fatto il suo esordio e, con una prestazione davvero sopra le righe, aveva sconfitto Geoffrey Dos Santos. Il 22enne torinese è piaciuto a tutti i giudici, in particolar modo nella seconda parte del match, dove è uscita tutta la sua grinta e voglia di mettersi in mostra. Il pugile italiano ha fatto suo l’incontro dei 56kg per 3-0 (48-47; 49-46; 50-45).

L’apertura era invece affidata ai 49kg. Federico Serra, già sconfitto all’esordio, andava in cerca di rivalsa. Dopo quattro round due giudici avevano già espresso sostanzialmente il proprio verdetto definitivo: Asanau si era schierato per Martin Molina Salvador, McGarrigle aveva dato la propria preferenza a Serra. L’ultimo round si rivela quindi decisivo, i due pugili vanno a caccia del favore di Lazizi e così la spunta lo spagnolo per 2-1 (48-47; 49-46; 47-48).

Gli Italia Thunder torneranno sul ring il prossimo 23 marzo quando affronteranno i British Lionhearts.

 

Lascia un commento

Top