Ciclismo, Diego Rosa: “Punto alle classiche, obiettivo Liegi e Lombardia. Sarò al Giro d’Italia da gregario”

Diego-Rosa-Valerio-Origo.jpg

“Potevo scegliere strade più sicure e comode, ma ho voluto rimettermi in gioco con una grande realtà come il Team Sky, con fuoriclasse del calibro di Froome e Landa, sicuro di trovare gli stimoli per migliorarmi”. Si apre così l’intervista a Diego Rosa su Tuttosport. Il corridore piemontese dopo due anni ha deciso di cambiare aria, trasferendosi dall’Astana alla squadra di Sir David Brailsford.

Prosegue parlando della sua stagione 2016: “Ho bisogno di avere più continuità rispetto all’ultima stagione che, comunque, reputo positiva con la vittoria ai Paesi Baschi e il Tour de France disputato da gregario di Aru. Peccato per le Olimpiadi di Rio: il percorso mi si addiceva ma sono incappato in una giornata storta. Riparto da quei 30 centimetri con cui Chaves mi ha battuto al Lombardia”.

Chiude puntando dritto sul 2017: “Sento di essere un corridore da grandi classiche. Il Lombardia è il mio pallino, ci tornerò per vincere. Un altro obiettivo è essere protagonista alla Liegi-Bastogne-Liegi, gara con pendenze importanti che quest’anno ho chiuso al decimo posto. Spero di avere carta bianca dalla Sky. Per essere capitano in un grande giro ancora devo crescere. Ho già detto al team che la mia priorità è la “rosa” del centenario, da correre in appoggio a Landa, più che il Tour. Il percorso di quest’anno, molto variegato, mi piace. Inoltre vorrei essere al via della Tirreno-Adriatico”. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Tag

Lascia un commento

Top