Volley femminile, Europei 2017 – Oggi il sorteggio: Italia, gruppo di fuoco o girone morbido? Rischi Olanda, Russia e Serbia

Italia-volley-Montecatini.jpg

Questo pomeriggio (ore 15.00 italiane, le 18.00 locali) si svolgerà il sorteggio per gli Europei 2017 di volley femminile. L’Heydar Aliyev Centre di Baku sarà il teatro del momento che indirizzerà l’intera rassegna continentale che si disputerà tra Azerbaijan (nelle città di Baku e Quba) e Georgia (nella capitale Tbilisi) dal 20 settembre al 1° ottobre.

Agli Europei 2017 parteciperanno 16 squadre: Azerbaijan, Georgia, Russia, Paesi Bassi, Serbia, Turchia, Germania, Italia, Belgio, Polonia, Croazia, Bulgaria, Bielorussia, Repubblica Ceca, Ucraina, Ungheria. Verranno suddivise in quattro gironi da quattro squadre ciascuno.

 

Le due padrone di casa saranno teste di serie e avranno la possibilità di scegliere le altre due teste di serie (una a discrezione dell’Azerbaijan, l’altra su opzione della Georgia). Le altre 12 formazioni partecipanti verranno poi distribuite in tre fasce in base al ranking continentale aggiornato a fine agosto 2016 (dopo le Olimpiadi) e si procederà con il sorteggio. Ogni girone avrà poi una squadra appartenente a ciascuna fascia.

Questo l’attuale ordine (escludendo Georgia e Azerbaijan): Russia, Serbia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Turchia, Belgio, Croazia, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Bielorussia, Ungheria, Ucraina.

Il regolamento prevede che Russia e Olanda, finaliste agli Europei 2015 vinti da Kosheleva e compagne, non si possano incontrare nella fase a gironi. Le prime classificate di ogni Pool si qualificheranno ai quarti di finale, le seconde e le terze dovranno passare dai playoff.

 

Per l’Italia si potrebbe così profilare un girone estremamente favorevole nel caso dovesse finire nelle Pool con le padrone di casa (in particolar modo la Georgia) e una formazione abbordabile di terza fascia (magari Croazia o Bulgaria) oppure le azzurre potrebbero avere in dono un girone della morte con una super big (Russia, Serbia, Olanda visto che verosimilmente usciranno da questo terzetto le altre due teste di serie a meno di scelte particolari da parte degli organizzatori) e poi magari il Belgio che tra l’altro affronteremo anche nel torneo di qualificazione ai Mondiali 2018.

La Russia difenderà il titolo, l’Olanda di coach Guidetti ha perso l’ultima Finale ed è reduce dal quarto posto alle Olimpiadi, la Serbia ha vinto l’argento a Rio 2016, molto temibili anche la Germania e il Belgio, da non sottovalutare nemmeno la Turchia.

 

Lascia un commento

Top