Pallamano, Qualificazioni Mondiali 2017: l’Italia sciupa 6 gol di vantaggio e pareggia 26-26 contro Israele

Pallamano-Italia-femminile-FIGH-e1444590754709.jpg

Si apre con un pirotecnico pareggio per 26-26 l’avventura della Nazionale italiana di pallamano femminile nel gruppo 4 di Qualificazioni ai Mondiali 2017, al termine di una vera e propria battaglia contro la rappresentativa di Israele al Pala LoBello di Siracusa.

L’avvio di gara è da incubo per le azzurre, che in appena 3′ di gioco si ritrovano in svantaggio 0-3, realizzando la prima rete solamente sul 3-1 dopo 4′ con Irene Fanton. Riprese dallo shock iniziale, le ragazze di Michael Niederwieser ritrovano fiducia, acciuffando la parità dopo 12′ con il gol della mancina Alexandra Ravasz. Le padrone di casa si dimostrano molto compatte ed aggressive soprattutto in fase difensiva, con il portiere Monika Prünster capace di abbassare più volte la saracinesca, senza però trovare un riscontro in attacco. La prima rete della stella Anika Niederwieser vale il massimo vantaggio sul 10-7, ma da questo momento inizia la rimonta israeliana, culminata a 3′ dalla fine della prima frazione con il sigillo di Cohen del 10-10. L’ultimo minuto è un tripudio di emozioni, quando Dunay riporta avanti Israele, prima del suono della sirena, preceduto però di pochi istanti dal 12-12 ancora della Niederwieser.

Nella ripresa sono però le padrone di casa a partire con il pede giusto, trovando il 15-12 dopo appena 3′ con il gol di Cristina Gheorghe, autentica mattatrice del secondo tempo, che firma il nuovo massimo vantaggio sul 19-15 al 40′. C’è solo una squadra in campo, con Laura Rotondo ed Alexandra Ravasz capaci di allungare a 6 le reti di vantaggio, rispettivamente sul 21-15 e 22-16. A questo però l’Italia sparisce dal campo, commettendo numerosi errori in attacco e lasciando molti svarioni in difesa, permettendo alle ospiti di pareggiare il conto con Izak a 10′ dal temine. Turgeman e Cohen consentono ad Israele di mettere addirittura il muso avanti fino al 25-24, con le azzurre che riacciuffano il vantaggio solamente a 3′ dalla sirena. Il finale è anche qui molto avvincente, dove l’unica segnatura appartiene al terzino Vakrat, che riporta il tabellone in parità con il decisivo 26-26.

Un pareggio che sta stretto alle ragazze di Niederwieser, che hanno sciupato un vantaggio di 6 reti e attendono il match di domani tra Israele e Portogallo, per poi giocarsi la qualificazione domenica, proprio contro le lusitane.

Foto: FIGH

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top