Judo, Loïc Korval contro l’antidoping: “Molestie morali”

Judo-Loic-Korval-2.jpg

Non si ferma il conflitto tra il judoka Loïc Korval e l’AFLD (Agenzia Francese di Lotta al Doping): se la vicenda sembrava essersi chiusa con la squalifica dell’atleta, costretto a saltare così i Giochi Olimpici di Rio 2016 per aver saltato tre controlli antidoping, nonostante uno di questi episodi fosse avvenuto nel corso della rassegna iridata, un nuovo capitolo si è aggiunto di recente.

Attraverso un video su Facebook, infatti, Korval ha fattos apere di aver ricevuto nella giornata di mercoledì una nuova notifica per un controllo saltato, risalente allo scorso 25 settembre. Il ventottenne, che si sta allenando per passare dai 66 kg ai 73 kg, ha invece affermato che sarebbero stati i membri dell’ALFD a non voler effettuare il controllo, non potendo avere accesso al domicilio del judoka.

“A volte do in affitto il mio appartamento perché la mia situazione finanziaria è complicata“, ha spiegato Korval nel video. “Ho accettato una prenotazione per il 25 settembre, dopo le ore 17. Ho dormito nell’appartamento di fianco, da un’amica. Ho proposto di effettuare il controllo in quel posto. Ho detto anche al controllore che avremmo potuto farlo nella mia cantina, o anche per strada, ma non hanno voluto. Ho risposto loro di notificare in maniera chiara che sono stati loro a rifiutarsi di svolgere il controllo“.

Medagliato di bronzo mondiale e due volte finalista europeo, con una vittoria continentale ottenuta nel 2014 di fronte al pubblico amico di Montpellier, il ventottenne Korval ha addirittura affermato di pensare alla fine della propria carriera nel caso in cui dovesse permanere lo stesso tipo di situazione, ricordando che la sua situazione economica è stata causata proprio dalle spese giuridiche sostenute nel tentativo di prendere parte a Rio 2016: “Ho davvero voglia di continurare a subire queste molestie morali? Altri quattro anni a farmi controllare mattina, mezzogiorno e sera, a mettere la sveglia quattro-cinque volte al giorno per essere sicuro di essere al posto giusto per i controlli? Sono uno sportivo di alto livello, ma tutti mi stanno impedendo di fare sport ad alto livello. Proprio nel momento in cui stavo ritrovando le motivazioni“.


giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

Tag

Lascia un commento

Top