Boxe: Tyson Fury rinuncia alle cinture di campione mondiale

Boxe-Tyson-Fury.jpg

Non smette di fare notizia il pugile britannico Tyson Fury: questa volta, il campione mondiale dei pesi massimi, recentemente risultato positivo alla cocaina, ha annunciato la propria decisione di rinunciare alle cinture WBA e WBO della categoria regina, che probabilmente gli sarebbero comunque state sottratte dopo il fallito test antidoping. In precedenza era già stato privato del titolo IBF per essersi rifiutato di affrontare lo sfidante designato Vyacheslav Glazkov.

Dopo aver rimandato in ben due occasioni la rivincita con l’ucraino Wladimir Klitschko, Fury ha finalmente preso una decisione adeguata alla sua situazione attuale, che lo vede affetto da una grave depressione e dalla dipendenza dall’alcool e dalla cocaina. “Penso che per il bene della boxe sia giusto ed onesto mantenere questi titoli in attività e permettere agli altri pretendenti di combattere per le cinture vacanti, che ho fieramente vinto e conservato“, ha fatto sapere il pugile attraverso un comunicato stampa. “Ho vinto questi titoli sul ring e penso che dovrei perderli sul ring, ma al momento non sono in grado di difenderli“.

Fury, che nel frattempo ha anche abbandonato gli allenamenti, si sottoporrà alle cure necessarie per risolvere i suoi problemi di natura psicologica e potrebbe tornare sul ring l’anno prossimo. Lo zio-allenatore dell’oramai ex campione mondiale aveva in precedenza dichiarato che il ventottenne potrebbe effettuare il proprio rientro in primavera, nei mesi di marzo-aprile.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top