Ginnastica, Codice dei Punteggi 2017-2020 | Il nuovo regolamento: cambiano le penalità sugli arrivi non stoppati!

Larisa-Iordache2.jpg

Ogni quattro anni la ginnastica artistica cambia il proprio regolamento. Come da tradizione il periodo post olimpico è di transizione, proprio in attesa che entri in vigore il nuovo Codice dei Punteggi che regolamenterà la disciplina per il prossimo quadriennio.

Dal 1° gennaio 2017 si gareggerà seguendo le nuove regole che ci faranno compagnia fino alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Sono diversi gli stravolgimenti rispetto a quanto siamo stati abituati a vedere nelle ultime stagioni. Vi proponiamo una guida completa per conoscere tutte le grandi novità del prossimo futuro. Nella seconda puntata parleremo delle penalità sugli arrivi non stoppati.

 

Codice dei Punteggi 2017-2020 | Il nuovo regolamento: tutti i punteggi abbassati di mezzo punto. Tolta un’esigenza

 

Da diversi cicli, infatti, si penalizzavano gli arrivi imprecisi (o “non stoppati”) in una maniera abbastanza arbitraria e decisamente spannometrica. Cioè si applicava una deduzione di 3 decimi al punteggio finale se il passo all’arrivo era stato largo/lungo qualche la lunghezza delle spalle. In sostanza: voleva dire tutto e voleva dir niente.

Ora il regolamento è decisamente più preciso e recita che si infliggerà una deduzione di 0.3 nel caso in cui il passo in uscita/atterraggio/arrivo sia superiore a un metro. Nel caso sia inferiore ai 100 centimetri si incorrerà solo nella penalità di un decimo di punto.

Non ci sarà comunque un metro a verificare il passo e quindi non avremo la certezza millimetrica se sia “sopra o sotto”. Questo potrebbe comunque essere un beneficio per le ginnaste perché passi così ampi non sono all’ordine del giorno quanto piccoli saltelli e passetti.

Aggiungiamo che le penalità per l’uscita di pedana al corpo libero saranno le medesime dell’attuale codice: 1 decimo per un piede/mano fuori, 3 decimi per entrambi i piedi/mani.

 

 

Lascia un commento

Top