VIDEO – Nuoto, i Rio dedicano “Carnaval” a Gregorio Paltrinieri: “Orgoglio d’Emilia”

20160518GPer-PALTRINIERI-ITA_GP13024.jpg

La porta della gloria è stretta e scomoda, solo i grandi campioni riescono ad entrarci. Più del grande Dorando Pietro, Gregorio Paltrinieri orgoglio di quell’Emilia che ha saputo rialzarsi dal terremoto. A Rio il nuotatore carpigiano non era solo, insieme a lui, idealmente, anche il brano Carnaval scritto dalla band dei Rio. I cinque cerchi sono un segno di unione fra i popoli, ma soprattutto di speranza per gli atleti che si allenano per quattro anni e vanno a caccia di una medaglia. Una delle speranze azzurre era rappresentata da Gregorio Paltrinieri campione del mondo e adesso anche olimpico dei 1500 stile libero.

Carnaval è un pezzo scritto da Fabio Ferraboschi (il bassista dei Rio), già premio della critica a Sanremo 2014 per il brano Invisibili cantato da Cristiano De Andrè, e contenuto nella versione digitale di Ops! ed è una bonus track (la quattordicesima), ultima fatica discografica del gruppo.

E’ un brano festaiolo – spiega Fabio Mora, cantante del gruppo che ha all’attivo sei dischi oltre 600 live in 15 anni di carriera –, un vero omaggio ad un grande nuotatore come Gregorio, seguire la sua gara è stata una bella scarica di adrenalina, idealmente eravamo al suo fianco in piscina e sul podio che ha conquistato con una bella performance. Siamo orgogliosi di questo ragazzo emiliano che ha vissuto il dramma del terremoto come noi ed ora si è preso questa grande medaglia. Gregorio è  un esempio positivo e pulito, in questo grande caos dei nostri tempi. Quando tornerà a Carpi nella sua città, cercheremo di incontrarlo per fargli sentire dal vivo il nostro pezzo. Greg grazie davvero di tutto”. 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: DeepBlueMedia/comunicato Len

Lascia un commento

Top