Pallanuoto, Olimpiadi Rio 2016: la Croazia non sbaglia, Montenegro battuto. Finale quattro anni dopo Londra

Rio2016-Waterpolo-0812-STAST5_2760.jpg

Quattro anni dopo, l’epilogo è lo stesso. La Croazia batte ancora il Montenegro (12-8 il risultato) nella semifinale olimpica di Rio, remake di quella giocata a Londra nel 2012, e vola in finale, dove sabato giocherà contro la vincente di Serbia-Italia per difendere il titolo. Successo nettissimo per la squadra guidata da Tucak: i montenegrini andranno a disputare per la terza volta di fila la finale per il bronzo, con l’obiettivo di migliorare i risultati di Londra e Pechino (due volte quarti).

Partita gestita sin dai primi minuti dai croati, con i cugini montenegrini che però hanno sempre reagito d’orgoglio. Il primo strappo la banda di Tucak lo crea dopo 4′: dopo il gol di Loncar sono addirittura sul 3-0. Il Montenegro non ci sta e si riporta sotto, raggiungendo addirittura il pareggio, ma la rete che porta il primo parziale sul 4-3 è siglata da Buslje. Fino a metà gara (parziale di 7-5) il Montenegro resta a contatto, ma le due reti di distacco rimarranno invariate anche nel terzo quarto. Negli ultimi 8′ Ivovic e compagni provano il tutto per tutto, ma una squadra esperta come la Croazia riesce a ribaltare al meglio la situazione, trovando nei contrattacchi le reti che chiudono l’incontro. Da segnalare le prove strepitose di Buslje, a segno quattro volte, e di un fantastico Bijac in porta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Lascia un commento

Top