Tuffi, Grand Prix Bolzano 2016: Tocci-Chiarabini bronzo nel sincro 3 metri. “Schiena ok per Rio”

20160717_123416.jpg

BOLZANODue medaglie per l’Italia nella mattinata dell’ultima giornata del Grand Prix Fina di tuffi a Bolzano. Aprono Giovanni Tocci e Andrea Chiarabini, coppia olimpica del sincro 3 metri, con un bronzo a quota 364.23 punti alle spalle dei tedeschi Patrick Hausding-Stephan Feck (417.06) e dei cinesi Huang Bowen-Li Linwei (384.39), rispondono Noemi Batki e Maicol Verzotto che in extremis decidono di partecipare al sincro misto da 10 metri nonostante i rispettivi problemi fisici e colgono un argento con sole due nazioni sfidanti.

L’attesa – anche in vista di Rio 2016 – era ovviamente tutta sul cosentino e sul romano, quinti in Coppa del Mondo a febbraio ma impossibilitati a gareggiare da due mesi a causa della discopatia che ha colpito Chiarabini, assente agli Europei di Londra a maggio in cui Tocci ha vinto l’argento da 1 metro. Gli azzurri iniziano con ottimi obbligatori (100.60) e con un buon triplo e mezzo avanti carpiato (76.26), ma sporcano i due tuffi più difficili della propria serie – quadruplo e mezzo avanti raggruppato (63.84) e triplo e mezzo rovesciato raggruppato (53.55) – prima di chiudere con un triplo e mezzo ritornato raggruppato soddisfacente (70.38). Quarti ma fuori classifica perché seconda coppia italiana Gabriele Auber e Lorenzo Marsaglia, che totalizzano 344.67 punti.

La schiena? Normale – spiega Chiarabini allenato non più da Fabrizio De Angelis ma da Oscar Bertone -. L’ultima gara insieme l’avevamo fatta alla Coppa del Mondo, poi per me solo iniezioni di ozono e fisioterapia. Ho ripreso a fare i tuffi due settimane fa qua a Bolzano. Non era importante il risultato, ma tornare a gareggiare per avere meno pressione prima delle Olimpiadi. Probabilmente a Rio inseriremo il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti“. “Siamo contenti di aver riprovato il sincro dopo due mesi – gli fa eco Tocci -. Era importante fare la gara per ritrovare le sensazioni prima di Rio, che sono positive. Andrea sta bene. Il punteggio di oggi non è ottimo ma come detto per ora era importante tornare a gareggiare“.

277.80 punti per Batki e Verzotto che nel sincro misto dalla piattaforma si piazzano tra gli statunitensi Zachary Cooper-Tarrin Gilliland e gli ucraini Yevhen Naumenko-Valeriia Liulko. “Ho una piccola microfrattura al dito“, rivela la triestina che comunque sta bene. “Oggi mi sentivo molto meglio ed è stato un ottimo allenamento“, chiude l’altoatesino. Entrambi avevano saltato le rispettive gare individuali.

Infine, nella prima gara di giornata, oro Giappone nel sincro piattaforma femminile con Nana Sasaki e Matsuri Arai con 293.16 punti. Argento per gli Stati Uniti (Delaney Schnell-Tarrin Gilliland, 291.24), bronzo per la Cina (Suo Miya-Ma Tong, 289.32). Le finali riprenderanno alle 15 con differita RaiSport alle 18: grande attesa per i 3 metri individuali di Tania Cagnotto, a seguire la piattaforma maschile senza azzurri e il sincro misto 3 metri con Elena Bertocchi e Lorenzo Marsaglia.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto: Francesco Caligaris

Lascia un commento

Top