Tour de France 2016, ottava frazione: Pau – Bagnères de Luchon, tappone pirenaico col Tourmalet

PROFIL1-1.png

Dopo il Col d’Aspin di ieri, che è stato il primo assaggio di montagna per quanto riguarda il Tour de France 2016, oggi si fa veramente sul serio. Ottava frazione: partenza da Pau, arrivo a Bagnères de Luchon dopo 184 chilometri, uno dei più classici tapponi pirenaici.

Partenza dal più volte presente al Tour paese di Pau, 50 chilometri di pianura prima delle salite. Si comincia con il famosissimo Col du Tourmalet: si arriva sulla dura vetta del Souvenir Jacques Goddet, in una delle salite più affrontate alla Grande Boucle. 19 chilometri al 7.4%, con spesso punte superiori al 10%. Il primo Hors Categorie del Tour. Non solo Tourmalet. Discesa tecnica e poi si riinizia a salire: Hourquette d’Ancizan, seconda categoria, 8,2 chilometri al 5% di pendenza media. La prima parte di gara potrebbe riservare sorprese.

Gli ultimi 40 chilometri sono davvero durissimi: due salite ed una discesa molto tecnica che condurrà a Bagnères de Luchon. Al chilometro 135 inizia il Col de Val Louron-Azet: 10.8 chilometri al 6.8 di pendenza media. Breve discesa e un’altra montagna storica: Col de Peyresourde, 7.1 chilometri al 7.8%. Dalla vetta all’arrivo sono 15 chilometri di picchiata, dove si può recuperare o fare ancora la differenza.

Chi si muoverà tra i big? Ieri si sono praticamente tutti guardati, con Pinot addirittura in crisi nonostante un ritmo non molto elevato. Oggi invece qualcuno ci proverà sicuramente. L’Etixx Quick Step con Alaphilippe e Martin è sembrata pronta, ma bisognerà vedere se il percorso non sarà troppo duro per i due passisti scalatori. Tra i tre grandi favoriti, in Italia tutti attendono Fabio Aru, ma dovrà comunque partire la sfida tra Chris Froome e Nairo Quintana. Ci riproverà Vincenzo Nibali? Sarà pronto Alberto Contador? Manterrà la maglia gialla Greg Van Avermaet? I corridori risponderanno a tutte queste domande.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Lascia un commento

Top