Tour de France 2016: le pagelle della sedicesima tappa. Sagan vola, Alaphilippe e Martin coppia perfetta

Sagan-Pier-Colombo.jpg

Peter Sagan - Foto: Pier Colombo


Sedicesima tappa al Tour de France, ultima della seconda settimana che si conclude domani con il giorno di riposo a Berna. Sconfinamento in Svizzera dunque per la Grande Boucle, a trionfare, con una volata al photofinish è Peter Sagan che ha sconfitto Alexander Kristoff. Andiamo a rivivere la corsa con le pagelle dei protagonisti.

Peter Sagan, voto 9: e sono tre, altro colpo per il più grande fenomeno del ciclismo mondiale. Il campione iridato, con la maglia verde già cucita sulla sua pelle e pronto sul podio di Parigi ad esultare, va a prendersi la terza gioia di questa Grande Boucle. Tre vittorie in tre modi diversi: ad Angers su uno strappo di due chilometri, a Montpellier sfruttando i ventagli, a Berna in una volata di gruppo. Che campione! Il colpo di reni finale è maestoso.

Alexander Kristoff, voto 6: il norvegese, in gran crescita nella seconda parte di Tour, oggi ha sfiorato la vittoria. Lo sprint è stato praticamente perfetto, fino agli ultimi dieci metri: è mancato solo il colpo di reni, fondamentale nel caso di Sagan, che è arrivato dopo la linea del traguardo. La sconfitta di millimetri per il corridore della Katusha brucia e non poco.

Sondre Holst Enger, voto 7,5: altro norvegese. Gran piazzamento per il giovane corridore della IAM Cycling. Gli strappi prima del traguardo, che hanno eliminato i velocisti puri, lo hanno favorito, ma lui ci ha messo del suo, non lontanissimo dal successo parziale. In netta crescita, visti i suoi ventidue anni, lo aspettiamo in vista delle prossime stagioni. Può davvero diventare fortissimo.

John Degenkolb, voto 6,5: traguardo ideale per il corridore tedesco della Giant – Alpecin che sta crescendo dopo il bruttissimo inizio di stagione, causato dalla brutta caduta in allenamento. Non c’è ancora la potenza giusta per battere i rivali in volata, ma comunque stanno arrivando piazzamenti confortanti in vista della fine dell’anno.

Alberto Rui Costa, voto 7: grande attacco ai -20km dal traguardo da parte dell’ex campione del mondo della Lampre – Merida. Con il gruppo spedito verso la volata il lusitano riesce a guadagnare addirittura fino ai 20”. Purtroppo però BMC e IAM vanno a chiudere ai -10 dall’arrivo.

Julian Alaphilippe e Tony Martin, voto 10: una coppia all’attacco, della stessa squadra, praticamente dall’inizio della corsa. La Etixx-Quick Step dopodomani correrà con il doppio numero rosso dal via di Berna. La fuga architettata dal francese e dal tedesco è stata davvero spettacolare, una vera e propria cronometro a coppie, corsa oltre i 45 km/h. Il gruppo ha dovuto veramente dare tutto per raggiungerli. Si sono meritati ovviamente il premio della combattività condiviso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

Top