LIVE – Europei atletica 2016: la quarta giornata in DIRETTA. Quinta Santiusti negli 800. Tamberi, Folorunso, 4×400 donne e le 4×100 in finale

tamberi-9.7.2016.jpg

Buongiorno agli appassionati di atletica leggera e bentornati alla terza giornata dei campionati Europei di Amsterdam che seguiremo minuto per minuto. E’ il giorno di Gianmarco Tamberi che scende in pedana per la qualificazione dell’alto in vista della finale di domani. Inizia l’avventura delle staffette azzurre che nutrono qualche speranza di medaglia ma soprattutto puntano alla qualificazione per Rio e nel pomeriggio sono in programma tante finali con qualche italiano protagonista (in attesa delle semifinali di giornata): Santiusti negli 800 donne, Kirchler nel disco uomini e qualche speranza con i 400 ostacoli donne e i 110 ostacoli. Buon week end, ovunque siate, e buon divertimento con la diretta scritta di Oa Sport.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI OGGITUTTI GLI AZZURRI IN GARA OGGI

Premere F5 o fare refresh per aggiornare la pagina

21.56: si chiude così la quarta giornata degli Europei di Amsterdam. Nessuna medaglia per l’Italia oggi ma si sapeva che era una giornata di preparazione a domani quando potremo pensare di aumentare il nostro bottino nel medagliere. Stepanidi a 4.81 il risultato più importante di oggi nell’asta donne. Per il resto belle gare nel mezzofondo e nei lanci. Buona serata e a domani per la giornata di chiusura

21.55: bellissimo finale dei 1500 con Philip Ingebrigtsen che riesce a vincere con 3’46″65, secondo posto per lo spagnolo Bustos con 3’46″90, terzo Henrik Ingebrigtsen (3’47″18)

21.48: tutto pronto per l’ultima gara di giornata, i 1500 uomini con Tesfaye, Douma, Amdouni, Sasinek, Emanuel, l’azzurro Bussotti Neves Junior, Filip Ingebrigtsen, Wightman, Debjani, Bustos, Kimeli, Henrik Ingebrigtsen, Carvalho

21.46: oro alla Polonia con Malachowski che con 67.06, davanti a Milanov (Belgio) con 65.71, terzo posto per l’estone Kanter con 65.27

21.45: Harting sfiora il podio all’ultimo lancio del disco con 65.13

21.43: oro all’Ucraina con Pryshchepa con 1’59″70, secondo posto per la francese Lamote (2’00″19), terzo posto per Lindh (2’00″37). Quinta la Santiusti che ha perso un’ottima occasione restando chiusa nel rettilineo finale. Per lei 2’00″53

21.38: queste le protagoniste della finale degli 800 donne: Hynne, Jozwik, Pryshchepa, Buchel, Lamote, Santiusti, Lindh, Hinriksdottir

21.36: allunga Piotr Malachowski: con 67.06 consolida il suo primo posto nel disco

21.34: tra qualche minuto la prima delle due finali del mezzofondo che chiudono la penultima giornata degli Europei: gli 800 donne con l’azzurra Yusneysi Santiusti

21.32: oro per la Francia nei 110 ostacoli con Dimitri Bascou che piazza la rimonta vincente (13″25), secondo posto per l’ungherese Baji con 13″28, record ungherese, bronzo ancora per la Francia con Belocian (13″33). Non è partito il britannico Pozzi

21.23: fra poco la finale dei 110 ostacoli con Czykier, Trajkovic, Belocian,. Baji, Pozzi, Bascou, Manga, Contreras

21.22: il belga Milanov si riprende il secondo posto nel disco con 65.71: scavalca Kanter alle spalle del polacco Malachowski

21.20: la turca Can vince l’oro nei 5000 donne con 15’18″15, secondo posto per la svedese Bahta (15’20″54, terzo posto per la britannica Twell con 15’20″70

21.19: fantastica Stepanidi!!! Supera 4.81 al terzo tentativo!

21.12: nei 5000 va in fuga la turca Can quasi a metà gara

21.11: si chiude una gara piuttosto modesta del triuplo uomini con il tedesco Hess campione d’Europa con 17.20, secondo Hoffmann poer la Polonia con 17.16, terzo il britannico Reid con 16.78

21.10: Ryzih rinuncia alla misura successiva e dunque Speanidi conquista la medaglia d’oro per la Grecia con 4.70, Ryzih è seconda per la Germania, terzo posto per la Svezia con Bengtsson

21.09: Bentsson sbaglia anche il terzo tentativo a 4.70 ed è terza

21.08: l’estone Kanter nel disco con 65.27 si inserisce al secondo posto. Kirchlker non migliora la sua misura ed è decimo, fuori dai tre lanci di finale

21.07: Bengtsson nell’asta ha l’ultimo tentativo a disposizione a 4.70

21.04: grande gara dell’asta! Ryzih supera i 4.70 e si piazza al secondo posto ma resta in  gara contro Stepanidi

21.03: tra poco al via i 5000 donne senza azzurre al via: Carton, Whittle, Bahta, Twell, Kock, Pappas, Maki, Tola, Kuijken, McColgan, Can, Byrne

21.02: nell’asta errori di Ryzih e Bengtsson a 4.70, Stepanidi sempre più vicina all’oro

21.00: bene Kirchler che con 60.18 sale all’ottavo posto nel disco! In testa vola Malachowski con 65.96, secondo il belga Milanov con 64.07, terzo lo svedese Stahl con 64.04, quarto Kovago con 63.27

20.59: Vetter vince l’oro nel l’eptathlon per l’Olanda con 6626, secondo posto per la Francia con Nana Djimou 6458, terzo posto per l’austriaca Dadic con 6408

20.56: Stefanidi supera i 5.70 e mantiene la vetta dell’asta

20.55: Broersen che era quarta in classifica nell’eptathlon non parte negli 800, viua libera per Dadic per il bronzo

20.53: nel disco uomini in testa c’è l’estone Kupper con 63.22, davanti a Jasinski (63.00) e Malachowski (62.73). Per Kirchler primo lancio a 57.67. Può fare meglio

20.52: nell’asta eliminata e fuori dal podio anche la svedese Meijer col terzo errore a 4.65

20.50: tre errori per Kiriakopoulou, due per Meijer a 4.65 nell’asta. Ryzih passa

20.47: Stefanidi e Brngtsson superano il 4.65. Greca prima senza errori, svedese seconda con un errore a 4.55

20.43: fra poco con gli 800 piani si chiude l’eptathlon femminile. La classifica prima dell’ultima prova: primo posto per l’olandese Vetter con 5823, seconda la francese Nana Djimou con 5625, terza l’austriaca Dadic con 5484, quarta l’olandese Broersen (5469) e quinta l’ungherese Kriszan (5319)

20.42: anche l’olandese Pluim è eliminata nell’asta. A 4.55 restano in gara in cinque: Stefanidi, Kiriakopoulou, Meijer, Bengtsson e Ryzih

20.40: Nikkanen, Strutz, Murto e Moser eliminate nell’asta

20.38: la polacca Linkiewicz vince la terza semifinale con 55″74, seconda la bielorussa Bielanovich con 55″82. Rpiescate la danese Troest e la polacca Ankiewicz

20.37: il polacco Hoffmann avvicina moltissimo il tedesco Hess (17.20) nel triplo con 17.16. Si preannuncia grande battaglia nei tre salti di finale. Terzo sempre il britannico Reid

20.36: la tedesca Ryzih entra in gara e supera i 4.55 nell’asta

20.34: tra poco al via la finale del disco uomini con il primo azzurro da finale della serata, Hannes Kirchler. Con lui Kupper, Malachowski, Stahl, Smith, Kovago, Jasinski, Martinez, Urbanek, Kanter, Harting e Milanov

20.33: altra doppietta, questa volta svedese, a quota 4.55 nell’asta donne: Meijer e Bengtsson

20.29: rettilineo finale disastroso per Marzia Caravelli che chiude al quinto posto con 56″45 ed è fuori dalla finale. Vince la danese Petersen (55″59), seconda la norvegese Iuel (55″79)

20.27: al via la seconda semifinale dei 400 ostacoli donne con Marzia Caravelli

20.23: doppio 5.55 greco nell’asta donne: Stepanidi e Kiriakopoulou sono le uniche finora ad aver superato questa misura

20.21: bravissima Folorunso!!! E’ seconda alle spalle della svizzera Sprunger e vola in finmale nei 400 ostacoli! 55″87 per l’italiana, la svizera 55″72

20.20: Hoffman con un 19.95 si inserisce al secondo posto. Il bulgaro Karailiev scende dal podio nel triplo

20.19: eliminate Roloff e Yakaltsevich nell’asta

20.18: tra poco la prima semifinale dei 400 ostacoli con l’azzurra Folorunso. Entrano in finale le prime due più i migliori due tempi

20.13: Moser, Murto, Kiriakopoulou e Nikkanen scavalcano i 4.45 nell’asta donne

20.11: le ripescate sono Francia e Polonia

20.09: azzurre in finale!!! Secxondo posto alle spalle della Germania ma davanti all’Olanda. Tedesche con 42″71, azzurre seconde con 43″33, terza l’Olanda con 43″34, quarta la Polonia

20.06: tra poco al via la seconda semifinale della 4×100 donne: Polonia, Grecia, Slovacchia, Germania, Spagna, Ungheria, Olanda e Italia

20.04: grande salto del tedesco Hess nel triplo: 17.20 e primo posto per lui. Secondo il britannico Reid con 16.76, terzo il bulgaro Karailiev con 16.65, quarto il polacco Hoffmann (16.59)

20.03: Mejier, Pluim e Bengtsson superano i 4.45 nell’asta donne

20.02: tra poco la seconda semifinale della 4×100 donne con l’Italia che schiera Siragusa, Hooper, Amidei, Alloh

20.00: la Gran Bretagna vince la prima semifinale con 42″59, seconda a sorpresa la Svizzera con il record nazionale 42″87, terza Ucraina 42″93, quarta a sorpresa la Francia che può essere ripescata.

19.58: tra poco la prima delle due semifinali della 4×100 donne con Svezia, Irlanda, Svizzera, Gbr, Francia, Norvegia, Ucraina, Cipro

19.56: nel giavellotto donne vince Khaladovich con il record bielorusso, secondo posto per Stahl (Germania) con 65.25, terzo per la croata Kolak con 63.50, record croato

19.55: anche Molitor giù dal podio. Per la campionessa del mondo sarà quarto posto. Kolak nullo ed è terza

19.54: nullo l’ultimo tiro di Spotakova nel giavellotto: è fuori dal podio

19.53: Sutej e Galiart sbagliano tre tentativi a 4.35 e chiudono senza misura nell’asta

19.51: la Polonia si aggiudica la seconda semifinale con 38″65, secondo posto per l’Olanda con 38″78, terza la Francia con 38″85. Ripescate la Svizzera e l’Ucraina, entrambe dalla prima semifinale

19.50: al via la seconda semifinale della 4×100. FranciaTurchia, Finlandia, Portogallo, Olanda, Romania, Polonia, e Norvegia

19.49: si è svegliata Stahl nel giavellotto. Spallata da 65.25 e secondo posto per la tedesca che relega Kolak al terzo posto

19.48: anche Roloff, Kiriakoppoulou, Meijer, Pluim, Yakaltsevich, Strutz superano i 4.35 nell’asta donne

19.43: entrano in pedana i protagonisti della finale del triplo uomini: Hess, Reid, Torrijos, Karailiev, Plattnitski, Forant, Niastiarenka, Hoffmann, Tsonov, Compaorè, Misans, Osmanoglu

19.41: Italia in finale! La squadra azzurra conquista il terzo posto con 38″58, miglior risultato stagionale. Vince la Gran Bretagna con 38″12, seconda la Germania con 38″25. Quarto posto per la Svizzera con 38″88

19.40: al via Gbr, Svezia, Italia, Svizzera, Irlanda, Ucraina, Spagna e Germania

19.39: tra poco la prima semifinale della 4×100 uomini. C’è l’Italia con Ferraro, Cattaneo, Manenti e Tortu. Finale da conquistare

19.36: non ci sono novità nel giavellotto donne quando manca una rotazione e mezzo di tiri: Khaladovich, Kolak, Molitor

19.34: Bengtsson, Moser, Murto e Nikkanen superano i 4.35 nell’asta donne

19.31: il francese Bascou vince con 13″20 la terza semifinale,davanti allo spagnolo  Contreras con 13″47. L’azzurro Fofana è quinto con 13″52, primato personale! I due ripescati per i tempi sono il polacco Czykier e il cipriota Trajkovic

19.22: il francese Belocian vince la seconda batteria dei 110 ostacoli, davanti all’ungherese Baji (13″29), quarto Abate con 13″54. Due metri di vento contro: l’azzurro non sarà in finale

19.17: entrano nello stadio le finaliste dell’asta femminile: Yakaltsevich, Sutej, Stefanidi, Bengtsson, Nikkanen, Galiart, Kiriakopoulou, Meijer, Moser, Strutz, Murto, Ryzih, Pluim, Roloff

19.16: la croata Kolak con 63.65 stabilisce il primato di Croazia e si inserisce al secondo posto davanti a Molitor

19.14: Pozzi con 13″31 vince la prima semifinale davanti al francese Manga (13″36). Perini è settimo con 13″79, deludente

19.08: tra poco le tre semifinali dei 110 ostacoli. Tre gli azzurri al via, uno per batteria. Nella prima Lorenzo Perini, nella seconda Emanuele Abate, nella terza Hassane Fofana

19.03: per Spotakova 62.66 e terzo posto provvisorio

18.58: Khaladovich con 66.34 va in testa alla gara del giavellotto. Record nazionale di Bielorussia. Seconda Molitor

18.46: queste le atlete in gara per la prima finale di oggi: Palameika, Ratej, Molitor, Hatsko-Fedusova, Tugsuz, Khaladovich, Jasiunaite, Kolak, Hjalmsdottir, Spotakova, Stahl, Kangas

18.45: si riparte con la quarta sessione pomeridiana dei campionati europei di atletica ad Amsterdam. Prima gara in progreamma il giavellotto femminile

15.25: peccato per Eugenio Rossi che sbaglia i tre tentativi a 2.25 ed è fuori dalla finale

15.24: Ivanov e Baniotis entrano in finale con 2.25

15.23: Protsenko supera 2.25 al secondo tentativo.23;, Ioannou al terzo e vanno in finale

15.18: Constantinou, Grabarz e Onnen in finale con 2.25

15.17: grande 2.25 di Tamberi che vola in finale!

15.14: il cipriota Hondrokoukis supera i 2.25 e va in finale

15.13: lo spagnolo Sancho in finale con 2.25. Tra poco Tamberi

15.09: Baba e Baker in finale con 2.25

15.05: Stanys, Protsenko e Ivanov superano i 2.23. Si salirà a 2.25. Tamberi è fra i nove che non hanno commesso errori finora. Si sale ai 2.25 con 19 atleti in gara

15.01: anche Constantinou e Bednarek superano i 2.23 al secondo tentativo

15.00: lo slovacco Bubenik supera 2.23 al secondo tentativo

14.58: Tamberi supera 2.23 alla prima prova sfiorando l’asticella. Anche Onnen e Grabarz hanno superato 2.23

14.54: Rossi supera 2.23, così come Kroyter, Sancho, Baba, Baniotis, Hondrokoukis, Baker, Ioannou e Ivanova. Tra poco Tamberi

14.44: Tamberi supera 2.19 senza problemi al primo tentativo

14.41: nell’alto il sammarinese Rossi supera i 2.19. ancora non è entrato in gara Tamberi

14.39: il Belgio vince la seconda semifinale con 3’03″15, seconda Ucraina con 3’03″93, terza la Germania con 3’03″97, quarta l’Olanda che entra in finale grazie al tempo come la quarta della semifinale precedente, l’Irlanda

14.36: partita la seconda semifinale della 4×400 uomini

14.27: Italia fuori dalla finale della 4×400. Gli azzurri sono sesti. Vince la Gbr con 3’01″63, davanti a Polonia in 3’02″09 e alla Repubblica Ceca 3’02″66. Per gli azzurri 3’06″07

14.21: queste le nazionali al via nella 4×400: Turchia, Norvegia, Irlanda, Gbr, Svizzera, Polonia, Repubblica Ceca, Italia

14.20: prima semifinale della 4×400 uomini con l’Italia al via. Staffetta composta da Valentini, Tricca, Lambrughi, Galvan

14.16: iniziate le qualificazioni dell’alto uomini con Gianmarco Tamberi al via

14.12: la seconda semifinale della 4×400 va all’Ucraina con 3’27″75, seconda Germania (3’28″03), terza Francia (3’28″38). Qualificate anche Romania (3’29″08) e Olanda (3’29″18) col record nazionale)

14.00: tra poco la seconda semifinale con Ucraina, Spagna, Irlanda, Olanda, Grecia, Francia, Germania e Romania

13.59: La Gbr vince con 3’26″42, seconda la Polonia con 3’27″72. Quarta la Bielorussia che punta al ripescaggio

13.58: Italia in finale nella 4×400 donne. Le azzurre sono terze alle spalle di Gbr e Polonia con 3’29″57

13.50: prima semifinale della 4×400 con Slovaccha, Norvegia, Italia, Turchia, Portogallo, Gbr, Polonia e Bielorussia. Passano le prime tre più i migliori due tempi

13.48: si chiude anche la qualificazione del peso. Oltre agli atleti già citati che hanno superato il 20.30 si qualificano anche Zunic, Tobalina, Kolasinac, Vivas, Skarvelis, Toader, Pezer

13.46: tra poco al via le due semifinali della 4×400 femminile. Nell’Italia non c’è Libania Grenot. Questa la composizione: Chgbolu, Spacca, Bazzoni, Bonfanti

13.45: concluso il lungo dell’eptathlon donne. Vetter resta in testa con 4851, davanti a Nana Djimou (4732) e Dadic (4664)

13.39: zampata di Vetter che con 6.38 nel lungo si riprende la testa della classifica dell’eptathlon

13.37: il polacco Haratyk va in finale nel peso con 20.45. Nullo per Bianchetti che dunque non andrà in finale

13.31: in difficoltà la capolista dell’eptathlon, l’olandese Vetter che ha piazzato solo un 6.02 nel lungo. Meglio la francese Nana Djimou con 6.29. In testa l’olandese Broersen con 6.40

13.30: per l’azzurro Bianchetti 18.56 al secondo lancio. Finale lontanissima

13.25: altri due atleti superano quota 20.30 nel peso e vanno in finale: il polacco Bukowiecki e Arnaudov (Portogallo)

13.13: per Bianchetti un avvio problematico con 18.38

13.09: primi due lanci da finale nel peso maschile: entrambi tedeschi: Storl (20.84) e Dahm (2042) superano il limite da 20.30 per la finale

12.58: l’eptathlon riparte con il salto in lungo. In testa l’olandese Vetter (3882), davanti alla francese Nana Djimou (3786) e all’austriaca Dadic (3715), a seguire Kasyanova e Zeltner

12.56: buongiorno agli appassionati di atletica. Sta per prendere il via la penultima giornata di gare agli Europei di Amsterdam. Giornata ricca di eventi, si inizia con la quinta prova dell’eptathlon femminile e il gruppo A e B di qualificazione del peso uomini. Per l’Italia c’è Sebastiano Bianchetti nel secondo gruppo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Fidal/Colombo

Lascia un commento

Top