Atletica, caso Russia | Isinbayeva: “Seppellita l’atletica”, Bolt: “Messaggio giusto”

Usain-Bolt-ritorno.jpg

Fa discutere la sentenza del Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS), che ha confermato la decisione della IAAF di escludere la Russia dalle competizioni internazionali di atletica leggera, compresi i Giochi Olimpici di Rio 2016. Tra le prime a reagire, l’astista Elena Isinbaeva ha espresso il proprio disappunto: “Grazie a tutti per aver seppellito l’atletica“, ha dichiarato la trentaquattrenne di Volgograd, due volte campionessa olimpica e detentrice del primato mondiale. Isinbaeva, mai risultata positiva ad un controllo, faceva parte dei 68 atleti che hanno fatto ricorso per poter partecipare alla competizione a cinque cerchi, ed ha voluto denunciare l’aspetto politico della vicenda, versione supportata anche dai vertici sportivi russi.

Atletica, Rio 2016: niente Russia alle Olimpiadi, la sentenza del TAS

In conferenza stampa alla vigilia della Diamond League di Londra, anche Usain Bolt è stato interrogato sulla vicenda: “Non ho nessuna reazione. Sono triste, ma ci sono delle regole. Se penso che dovrebbero essere squalificati? Non ho nessun commento da fare, le regole sono regole, ci sono persone preposte a decidere e non ho nulla da dire“, ha dichiarato inizialmente. Alle domande insistenti dei giornalisti, ha poi aggiunto: “Per me, se ci sono delle prove sull’assunzione di qualche sostanza, devi essere sanzionato. Chi imbroglia viene perseguito, ed è un messaggio giusto“. Quello del doping, oltretutto, è un tema che tocca, seppur indirettamente, anche Usain Bolt, che potrebbe perdere la medaglia d’oro della staffetta 4×100 metri di Pechino 2008, a causa della positività del compagno Nesta Carter: “Perdere la medaglia sarebbe deludente, ma come ho sempre detto, non ci posso fare niente. Ci sono delle regole: io sono stato testato per anni, anche questa mattina, la IAAF mi controlla continuamente. Ho piena fiducia nei miei medici e nel mio staff“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top