Aneddoti Olimpici – Parigi 1924: Eric Liddell, colui che non gareggiò nel Giorno del Signore… Le Carrozze di Fuoco d’Oro

Eric-Liddell.jpg

Carrozze di fuoco. Parigi 1924.

Quando ascoltiamo una certa magica trafila di note argentate svolte al piano dal greco Vangelis, per una delle più mistiche colonne sonore scritte per il cinema, la mente ci vola subito alle immagini culminanti di “Momenti di gloria”, il film dei primi anni ottanta.

L’ispirazione fu data dalla drammatica storia dello sprinter Eric Liddell, il suo dilemma interno che lo vide piegare il capo alla volontà divina, quasi come un novello Abramo, e poi venire ricompensato con un autentico miracolo sportivo.

Lo stesso Vangelis confessò di avere buttato giù di getto le note, pensando all’uragano di sentimenti scatenato nell’animo di Liddell.  Il titolo originale del lungometraggio, Chariots of Fire, fa espresso riferimento alla vicenda del rapimento del profeta Elia, presente nella Bibbia nel Libro dei Re. Vi si racconta che un carro di fuoco, trainato da cavalli di fuoco, separò Elia dal suo discepolo Elisha, mentre un turbine di vento lo trasportava in cielo. Chi guidava il carro? Non si dice.

Secondo la tradizione rabbinica, questo particolare capitolo biblico veniva considerato molto pericoloso da insegnare nel normale servizio in sinagoga, tanto che non era permesso se non a un alunno per volta di udirne l’esegesi. Gli ebrei lo chiamano “Merkabah”, il Carro.

Nel Merkabah probabilmente si ritrovò Eric, studente di teologia a Edimburgo, quando seppe che la batteria dei cento metri piani, la prova olimpica per la quale si era preparato intensamente per lunghi mesi, cadeva di domenica. Poiché era un fervente presbiteriano, doveva dedicare il “giorno del Signore” al riposo e alla preghiera.

Eric resistette a enormi pressioni dell’ambiente sportivo britannico, e non gareggiò. La finale fu vinta dal suo grande amico Harold Maurice Abrahams, studente a Cambridge. Harold, che era ebreo e non aveva avuto la sfortuna di imbattersi in un sabato di gare, gliela dedicò.

Eric partecipò così ai 200 metri, artigliando il bronzo. A quel punto, poiché voleva con tutto il suo cuore l’alloro olimpico, si iscrisse alla gara dei 400. Il giorno della finale non era tra i favoriti, passò una notte agitata e all’alba pregò.

Narra la leggenda che, a pochi istanti dal via, proprio mentre stava per piegarsi sui  blocchi, l’americano Jackson Scholz, oro nei 200, gli si avvicinò. Disse che apprezzava la sua scelta, gli consegnò un pezzo di carta con un versetto da Samuele 2,30: «Quelli che mi onorano, Io li onorerò». Liddel se l’infilò in una scarpa, partì convinto e stracciò il record mondiale col tempo di 47”6. La voce popolare lo dipinse come un santo, e circolò una foto che lo ritraeva mentre correva tenendo in mano una piccola Bibbia.

Nel 1925, sia Abraham che Liddell si ritirarono dall’agonismo. Il primo divenne un giornalista sportivo, il secondo un missionario e un pastore di anime. Eric trascorse molti anni in Cina e morì in un campo di prigionia in Giappone, rifutando di venire liberato in grazia della sua fama di atleta e dando, in cambio, la chance a una donna in cinta. Oggi potete rendere omaggio alla tomba di Eric Henry Liddell solo recandovi in Cina, al Mausoleo dei Martiri di Shijazhuang, uno dei pochissimi non-cinesi ivi sepolto.

 

di Marco Impiglia, Direttore Editoriale della Società Italiana di Storia dello Sport (SISS)

Logo Siss

I LIBRI DI MARCO IMPIGLIA

CAMPO TESTACCIO.  Siti, riti, liti e miti della tifoseria romanista negli anni trenta.

Riccardo Viola Editore, pp.128, euro 12,5, Roma 1996.

 

FORZA ROMA DAJE LUPI. La prima storia completa del tifo giallorosso.

Edizioni Libreria Sportiva Eraclea, pp. 200, euro 12,5, Roma 1998.

 

UN SECOLO DI ROMA. I capitani da Ferraris IV a Totti.

Edizioni La Campanella, pp. 224, euro 25, Roma 1999.

  

ANEDDOTI OLIMPICI. Miti, stranezze, curiosità, spigolature nel meraviglioso racconto dei Giochi.

Edizioni Libreria Sportiva Eraclea, pp. 144, euro 11, Roma 2000. (Ristampato in due volumi con aggiornamento da “Il Sole 24 Ore” nel 2004).

 

PIONIERI DEL CALCIO ROMANO .

Edizioni La Campanella, pp. 224, euro 20, Roma 2003.

 

GIULIO GAUDINI OLIMPIONICO. Il cuore sulla punta della lama.

Tipografia Sei Decimi, pp. 168, fuori commercio, Roma 2004.

 

CORRIERE DELLO SPORT-STADIO. Ottanta anni insieme 1924-2004.

Editrice Corriere dello Sport, pp. 322, fuori commercio, Roma 2004.

 

AMADEI PANE A PALLONE. La biografia del fornaretto di Frascati.

Riccardo Viola Editore, pp. 128, euro 5, Roma 2004.

 

A.S. AUDACE DI ROMA. 100 anni di campioni.

Tipografia Abilgraf, pp. 424 (2 voll.), fuori commercio, Roma 2005.

 

SOCIETA’ SPORTIVA CRISTOFORO COLOMBO DI ROMA. Il libro del centenario.

Tipolitografia Silgraf, pp. 232, fuori commercio, Roma 2006.

 

OTTANT’ANNI IN GIALLOROSSO. Romanzo fotografico.

Editore Corriere dello Sport-Stadio, pp. 388 (2 voll.), euro 19,80 (distribuito col quotidiano), Roma 2007.

 

SOCIETA’ ROMANA DI NUOTO 1889. Storie di amicizia e di sport in riva al Tevere.

Edizioni Revi srl, pp. 312, fuori commercio, Roma 2009.

 

L’OLIMPIADE DAL VOLTO UMANO. Tutti i giochi di Roma 1960.

Edizioni Libreria Sportiva Eraclea, pp. 1.264, euro 30, Roma 2010.

 

NEL NIDO DELL’AQUILA. I fratelli Corelli e la Podistica Lazio (co-autrice Emilia Corelli).

Edizioni Libreria Sportiva Eraclea, pp. 144, euro 18, Roma 2012.

 

100  ANNI DELLA FEDERAZIONE PUGILISTICA ITALIANA

FPI Editrice,  pp. 352, Roma 2016. fuori commercio

 

marco impiglia - (1)

 

 

Lascia un commento

Top