Tour de France 2016: la quindicesima tappa, Bourg en Bresse – Culoz

PROFIL3.png

Prosegue il cammino di presentazione verso il Tour de France. Questa volta andiamo a parlare della quindicesima tappa: da Bourg en Bresse a Culoz. 160 chilometri, sei gran premi della montagna: una frazione perfetta per imboscate o crisi di uomini da classifica, che ci regalerà sicuramente spettacolo.

Gambe riposate dopo una tappa completamente pianeggiante, si potrà spingere sin dall’inizio. Neanche 17 chilometri dal via e si comincia a salire: Col du Berthiand, prima categoria, sei chilometri all’8% di pendenza media. Subito un osso duro. Tanti saliscendi, mai un metro di pianura. Al chilometro 41 la seconda ascesa di giornata: Col du Sappel, seconda categoria, quasi 9 chilometri al 6% di pendenza media. A chiudere la prima durissima parte di giornata altre due vette, di terza categoria: Col de Pisseloup e Col de la Rochette, non durissimi, ma che comunque si faranno sentire.

Dal chilometro 100 in poi non si potrà più scherzare. Grand Colombier, 12.8 chilometri al 7%, Hors Categorie. Lunghissima discesa che porta al Lacets du Grand Colombier, altri 8.4 chilometri al 7,6%, di prima categoria. Breve discesa, poco meno di 9km di pianura e l’arrivo a Culoz. Non c’è un attimo di pausa, questa tappa potrà far male.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top