Tennis, Wimbledon: la favola di Marcus Willis e la pioggia che scombina i tabelloni

tennis-marcus-willis-twitter-wimledon.jpg

Marcus Willis non vincerà il torneo, ma forse verrà ricordato come uno dei grandi protagonisti di questa edizione. La prima domanda viene forse spontanea ed è quella “Ma chi è Marcus Willis?” e la risposta è davvero delle più bizzarre: un maestro di tennis, numero 772 del mondo, che oggi ha realizzato il proprio sogno di giocare sul campo centrale di Wimbledon contro Roger Federer.

Il miracolo sportivo di Marcus comincia da lontano, quando la sua fidanzata lo costringe ad iscriversi alle pre-qualificazioni (riesce ad entrare in tabellone solo perchè un altro giocatore non arriva in tempo dalla Turchia). Vittoria e accesso alle qualificazioni, dove vince addirittura tre partite che lo portano in maniera incredibile nel tabellone principale dello Slam londinese. La favola potrebbe chiudersi qui e avrebbe già un epilogo da sogno, ma la storia di Willis a Wimbledon non è ancora terminata, perchè il maestro inglese sconfigge addirittura in tre set il lituano Richard Berankis, volando al secondo turno.

A questo punto l’avversario è Roger Federer ed ovviamente non c’è possibilità di vincere (il campione svizzero si impone 6-0 6-3 6-4),ma è un’ora e mezza Willis non dimenticherà mai, con tutto il pubblico che impazzisce ad ogni punto e con anche l’elvetico che non disdegna qualche sorriso dall’altra parte della rete. Una storia da film, ma che è ha avuto il suo svolgimento nella vita reale.

Purtroppo ancora una volta a Wimbledon è la pioggia ad essere protagonista, scombinando tutti i tabelloni anche per colpa della poca flessibilità degli organizzatori. Appare veramente assurdo come alcuni giocatori (vedi Djokovic, Federer e Radwanska) siano già al terzo turno, mentre ci sono altri che devono ancora completare i loro match di primo turno.

Adesso il rischio è quello di un programma sempre più rivoluzionato con giocatori che potrebbero anche disputare due match lo stesso giorno. Tra questi c’è anche Fabio Fognini, bloccato al terzo set contro Federico Delbonis, con il loro prossimo avversario Feliciano Lopez che ormai da due giorni attende bello riposato e tranquillo, ma con il pensiero che anche lui una volta giocato il suo secondo turno potrebbe disputare subito dopo un’altra partita. A volte la volontà di mantenere lo spettacolo (vedi far giocare i big sul Centrale) può influenzare in maniera definitiva il resto di un torneo che potrebbe anche essere considerato falsato.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina Twitter Wimbledon

Lascia un commento

Top