Calcio, Europei Francia 2016: Irlanda del Nord-Ucraina 2-0, festa per i britannici in verde! Le pagelle

McAuley-.jpg

L’Irlanda del Nord con il cuore e con le gambe, prima che con la tattica e i virtuosismi tecnici, ha strappato tre punti quasi da favola a Lione nella prima partita valida per il secondo turno del Girone C di Euro 2016. A farne le spese un’Ucraina spaesata, colpita e mandata KO da due ganci della formazione britannica che ha sovvertito il pronostico conquistando dal punto di vista dell’intensità e della voglia di vincere sotto la pioggia e la grandine, che ha costretto ad una breve interruzione del match terminato con il punteggio di 2-0. Possibile, ora, una qualificazione come migliore terza, mentre per l’Ucraina il cammino a questo Europeo sembra essere ormai desitinato a concludersi dopo sole due partite.

Poche emozioni nella prima metà della partita, quasi tutti fomentate dall’Irlanda del Nord. La formazione britannica ha impostato il match in maniera difensiva, ma non per questo ha disdegnato le occasioni capitate, impiegando nel migliore dei modi i propri uomini. L’Ucraina ha provato a gestire il possesso palla e i ritmi ma la squadra britannica ha stretto le proprie maglia impedendo a Konoplyanka, il più ispirato, e compagni di rendersi pericolosi salvo un paio di tiri di Sydorchuk che non hanno realmente impensierito il portiere McGovern. Nel finale di tempo l’Irlanda del Nord ha alzato il proprio baricentro ed si è resa pericolosa con la coppia di centrali difensivi McAuley-Cathcart su due corner, mentre Davis, al 42′, ha costretto Pyatov al primo intervento della partita. 

L’impatto con il secondo tempo sembra favorire ancora l’Ucraina, che però è costretta ad una doccia gelata, e non solo per le condizioni proibitive del meteo, dal colpo di testa vincente di McAuley, che su assist di Norwood su una punizione dalla trequarti ha firmato l’1-0 per la cenerentola dell’Europeo. Da qui i verdi hanno trovato fiducia che li ha spinti ad alzare ulteriormente il proprio gioco fino al 75′. Da qui l’attesa reazione ucraina, passata finalmente da Yarmolenko che è riuscito a creare qualche grattacapo ai suoi avversari e qualche azione più rapida. La difesa dell’Irlanda del Nord, però, non ha lasciato varchi significativi e spesso le occasioni per gli esteuropei sono arrivati su palloni vaganti (un paio di tiri di Kovalenko poco pregevoli dal punto di vista tecnico). L’unico a rendersi pericolo, con un Konoplyanka spento sopratutto nella ripresa, è stato Yarmolenko, vicino al pareggio col mancino all’88’: bravo a respingere McGovern. A tempo ormai scaduto la replica di McGinn per il 2-0 che è parsa quasi un’umiliazione per un Ucraina al di sotto delle aspettative tanto per risultato tanto per la scarsa qualità del gioco espresso nonostante arrivasse a questa partita con tutte le buone intenzioni necessarie a puntare agli ottavi di finale. 

CLICCA SU PAGINA 2 PER LEGGERE LE PAGELLE

Lascia un commento

Top