Beach Volley, Continental Cup 2016. Tutte le coppie al via. Sarà Saguatti la quarta azzurra?

giulia-saguatti-15.6.2016.jpg

Si stringe il cerchio per l’Italia che si gioca le ultime chance di fare l’en plein olimpico a Stavanger fra una settimana esatta nella Continental Cup, competizione che vede al via le sedici squadre nazionali qualificate per la finale che non hanno ancora conquistato due posti per Rio 2016 con la possibilità di schierare coppie che non sono già certe della presenza al torneo olimpico.

In campo maschile in Europa solo Italia, Olanda e Polonia hanno due coppie già qualificate per Rio e dunque non prenderanno parte alla sfida a squadre sulla sabbia norvegese, mentre in campo femminile Germania e Svizzera sono già a Rio con due binomi.

In casa Italia sembra che lo staff tecnico sia vicino alla decisione sulla quarta atleta da convocare, affiancandola a Monica Lestini, dopo l’infortunio ad Agata Zuccarelli, che proprio in queste ore è sotto i ferri per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro. Potrebbe essere Giulia Saguatti, classe 1991, reduce dalla promozione in A2 con il San Giovanni in Marignano, lo scorso anno due volte seconda nelle tappe del campionato italiano di Cordenons (in coppia con Benazzi) e di Scoglitti (in coppia con Lo Re) e terza alla coppa Italia di Cesenatico sempre con Lo Re.

Analizzando le liste fin qui comunicate dalle varie federazioni che parteciperanno alla Continental Cup femminile si vede come il livello non sia stratosferico, anche se sono diverse le nazionali che possono contare su coppie competitive (Olanda, Repubblica Ceca, Russia e Austria su tutte ma attenzione alle outsider Slovacchia, Grecia, Norvegia e Finlandia). Il regolamento dice che le sfide si svolgono sulla distanza delle due partite su tre (nelle prime due si affrontano con sfida incrociata le coppie definite, nella eventuale terza, in caso di parità, lo staff può decidere chi mandare in campo tra le quattro atlete convocate), con tabellone ad eliminazione diretta a sedici nazionali (ottavi, quarti, semifinali e finali). La nazionale che vince la fase continentale qualifica una coppia (a sua scelta, non deve essere per forza composta dalle atlete che hanno partecipato alla Continental Cup) a Rio 2016. La seconda e la terza classificate si qualificano per la fase mondiale della Continental in programma a Sochi dal 6 al 10 luglio che qualifica le ultime due coppie (delle nazionali che chiudono al primo e al secondo posto) per genere a Rio 2016.

Queste le atlete che parteciperanno alla Continental Cup in base alle liste fin qui consegnate alla Cev dalle varie federazioni (si può cambiare fino all’ultimo e l’Italia ha ancora in squadra Agata Zuccarelli, quindi si tratta di liste tutt’altro che definitive):

Austria: Schützenhöfer/Plesiutschnig, Schwaiger/Hansel. Belgio: Catry/Van Bree, Gielen/Verstrepen. Repubblica Ceca: Kolocova/Kvapilova, Slukova/Hermannova. Spagna: Lobato/Soria, Ribera/Fernández Navarro. Finlandia: Hasu/Parkkinen, Lehtonen/Lahti. Francia: Chamereau/Lusson, Jupiter/Longuet. Grecia: Arvaniti/Karagkouni, Metheniti/Spanou. Lituania: Andriukaityte/Zobnina, Dumbauskaite/Povilaityte. Olanda: Braakman/Sinnema, van Gestel/van der Vlist. Norvegia: Kjølberg/Lunde, Kongshavn/Solvoll. Polonia: Gruszczynska/Strag, Kloda/Legieta. Russia: Moiseeva/Barsuk, Ukolova/Birlova. Slovacchia: Dubovcova/Nestarcova, Siposova/Herelova. Svezia: Lundqvist/Rininsland, Yoken/Nilsson. Ucraina: Ir. Makhno/In. Makhno, Shchypkova/Davidova.

Queste, invece, le liste delle squadre maschili al via, senza l’Italia che ha ceduto il posto, assieme ad Olanda e Polonia, a Finlandia, Israele e Ucraina, lucky loser della scorsa fase. Austria: Huber/Seidl, Kunert/Dressler. Belgio: Douwen/Adriaensen, Koekelkoren/van Walle. Repubblica Ceca: Kubala/Dumek, Perusic/Schweiner. Spagna: Marco/García, Tomás/Menéndez. Estonia: Jaani/Kollo, Nõlvak/Tiisaar. Finlandia: Piippo/Nurminen, Siren/Määttänen. Francia: Di Giantommaso/Thiercy, Krou/Rowlandson, Germania: Erdmann/Matysik, Walkenhorst/Windscheif. Grecia: Kotsilianos/Zoupanis, Niopas/Papadimitriou. Israele: Faiga/Hilman, Ohana/Sanderovich. Lettonia: Finsters/Tocs, Plavins/Regza. Norvegia: Horrem/Eithun, Kvamsdal/Sørum. Russia: Liamin/Barsouk, Stoyanovskiy/Yarzutkin. Svizzera: Beeler/Strasser, Gabathuler/Gerson. Turchia: Giginoglu/Gögtepe, Urlu/Mermer. Ucraina: Babich/Gordieiev, Denin/Popov.

Difficilissimo fare pronostici anche se il lotto delle favorite comprende Russia, Francia, Germania, Lettonia, Norvegia e Svizzera in ordine sparsdo ma occhio anche a Grecia, Belgio e Austria che hanno una coppia di punta da non sottovalutare.

 

Foto Davide Brescancin

Lascia un commento

Top