Atletica, Europei 2016: le speranze di medaglia dell’Italia. Si punta sui salti e sulla mezza maratona

Tamberi-Atletica-Fabrizio-Zani-Red-Bull-3.jpg

Sta per prendere il via l’edizione 2016 dei Campionati Europei di atletica leggera. in programma dal 6 al 10 luglio prossimi ad Amsterdam. Come sempre, l’Italia risponde presente, trasferendo nei Paesi Bassi ben 57 atleti, alla ricerca della forma migliore in vista delle Olimpiadi di Rio. Andiamo dunque ad analizzare le principali speranze azzurre di medaglia.

Iniziamo dal salto in alto, ovvero la disciplina che vede i maggiori talenti internazionali provenienti dal Bel Paese. Tra le donne, infatti, alla già quotatissima Alessia Trost si è recentemente aggiunta la giovanissima Desirèe Rossit, che a Bressanone, nel corso dei Campionati giovanili, ha raggiunto la misura di 1,97, seconda prestazione mondiale stagionale. Anche nel maschile non mancano i pezzi grossi, come in campione mondiale indoor Gianmarco Tamberi, autore di una prova superlativa agli Assoluti di Rieti. Restando in pedana, ci si aspetta molto anche da Marcell Jacobs nel lungo, soprattutto dopo lo strepitoso salto di Bressanone, che non gli è valso il record nazionale solamente per il troppo vento.

Passando al fondo, le maggiori speranze di medaglia azzurra sono rivolte nella mezza maratona, nella quale parteciperanno Daniele Meucci, Valeria Straneo ed Anna Incerti. Il primo è campione in carica dei 42km, mentre la Straneo è da poco tornata alle gare, vincendo una maratona in Germania con un tempo abbastanza alto, che però non le ha precluso il pass olimpico. La palermitana sta invece cercando conferme nella lunga rincorsa verso i Giochi Olimpici, avendo comunque in bacheca un oro europeo nel 2010.

La pista è invece il territorio di Libania Grenot, campionessa in carica dei 400 metri e reduce da una stagione di grande rilievo, ma anche di Matteo Galvan, fresco primatista anche lui nel “giro della morte”. Il baby-fenomeno Filippo Tortu sarà invece il nome azzurro nei 100 metri, dove ha già corso con il crono di 10”24.

Foto: Red Bull

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top