Volley, SuperLega – Finale Scudetto: Modena surclassa Perugia in gara1, cecchini al servizio

Modena-Champions-League-volleu.jpg

Modena mette in mostra i muscoli, esalta un PalaPanini gremito in ogni ordine di posto e domina la gara1 della Finale Scudetto di volley maschile. I canarini asfaltano Perugia con un perentorio 3-0 (25-19; 25-17; 27-25) in un incontro mai stato in discussione e dove è saltata fuori la differenza tecnica tra le due squadre.

Gli emiliani, a caccia di quel tricolore che manca da ben 14 anni nella bacheca del club più titolato d’Italia, hanno mosso il primo passo verso la conquista del dodicesimo scudetto ma i Block Devils non vorranno certamente fare da vittima sacrificale. Si preannuncia riscatto già a partire da giovedì sera quando il PalaEvangelisti ospiterà gara2.

I ragazzi di Lorenzetti, colui che sedeva sulla panchina di Modena nel trionfale 2002, hanno sofferto solo in due momenti: quando si sono trovati sotto 9-13 nel primo set (rimonta grazie a un servizio stellare, serve & volley micidiale con Lucas, Vettori e Ngapeth) e nella parte finale del combattuto terzo set, risolto ai vantaggi dopo che gli avversari erano andati avanti 7-4 e avevano annullato due match-point non consecutivi.

Per il resto un pomeriggio in scioltezza, controllato in lungo e in largo da parte della squadra già vincitrice della Coppa Italia che ha surclassato la formazione quinta in regular season ma capace di eliminare la favorita Civitanova. Perugia, partita benissimo, ha probabilmente pagato la tensione dell’incontro di cartello e ha nuovamente perso un big match in questa stagione, quarta sconfitta contro Modena dopo le due in regular season e quella in semifinale di Coppa Italia.

 

A fare la differenza il servizio stellare dei padroni di casa, capace di produrre 14 aces (4 a testa per Bruninho e Lucas, 2 di Ngapeth e Petric) e di mettere costantemente in difficoltà la ricezione degli uomini di Kovac, puniti nel fondamentale che doveva essere la base per cercare l’impresa. Determinanti anche i troppi errori degli umbri (21), aiuto non necessario a questa DHL.

Top scorer l’ottimo Ngapeth (14 punti), 11 marcature per il centrale Lucas chiamato spesso in causa dai primi tempi di Bruninho, doppia cifra anche per l’opposto Luca Vettori (10, 2 muri), rientro a tutti gli effetti di Nemanja Petric la cui presenza di banda è stata fondamentale (9 punti), al centro Elia Bossi (6, 2 muri), Salvatore Rossini il libero.

A Perugia non sono bastati i 15 punti del solito Atanasijevic, ha faticato l’attesissimo Russell (7), in doppia cifra solo Kaliberda (10).

 

Lascia un commento

Top