Giro d’Italia 2016, dodicesima tappa: Noale-Bibione. Occasione per i velocisti, sfida a Greipel

t12_bibione_alt.jpeg

Tornerà a vedere protagonisti i velocisti la dodicesima tappa del Giro d’Italia 2016 che prevede una frazione completamente pianeggiante. Partenza da Noale per giungere alla località turistica di Bibione dopo 182 km.

Strade larghe e rettilinee che difficilmente vedranno stravolgimenti, anche se è plausibile vedere corridori andare in fuga, ma le chance saranno minime se le squadre dei velocisti si organizzeranno per la vittoria di tappa.

Nella prima parte si segue la Riviera del Brenta per poi entrare nel Trevigiano mediante strade statali. Si attraversano le città di Mestre, Treviso e Portogruaro. Giunti a Bibione si affronterà un circuito di 8 km da ripetere 2 volte. Attenzione al meteo: è prevista pioggia intensa (clicca qui per saperne di più).

Cinque volte l’arrivo di tappa è stato posto a Bibione nella storia del Giro d’Italia: l’ultima fu 2000 e vinse Víctor Hugo Peña, in una cronometro individuale. Ritirato Marcel Kittel, che si è portato a casa due tappe in questa edizione, il favorito principale sarà certamente il connazionale Andrè Greipel. Per i colori italiani, dopo gli addii di Viviani e Mareczko, potrebbero avere grandi chance di vittoria Giacomo Nizzolo e Sasha Modolo.

Foto: Giro d’Italia 2016

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top