Volley, SuperLega – Finale Scudetto: Perugia per l’impresa, i Block Devils ai raggi X. Tra numeri e sestetto

Perugia-volley.jpg

Domani inizierà la Finale Scudetto 2015/2016 di volley maschile. Serie conclusiva al meglio delle 5 sfide, Modena e Perugia sono pronte alla sfida che incoronerà i nuovi Campioni d’Italia. Conosciamo meglio gli umbri, analizzando la squadra di Boban Kovac ai raggi X.

 

FINALI SCUDETTO – Perugia è alla seconda Finale Scudetto della sua storia. Ha perso l’unico precedente: nel 2014 Civitanova ebbe la meglio nella serie conclusiva per 3-1.

SCUDETTI – Perugia non ha mai vinto lo scudetto.

 

IN REGULAR SEASON – Perugia ha concluso la regular season al quinto posto a causa di risultati altalenanti e abbastanza discordanti tra loro. Hanno sempre faticato con le big, finendo alle spalle anche di Verona pagando degli infortuni nel girone di ritorno.

CAMMINO PLAYOFF – Perugia ha sovvertito il fattore campo in entrambi i turni dei playoff. Ai quarti di finale è volata subito sul 2-0 contro Verona, si è fatta rimontare, in gara5 al PalaOlimpia ha dovuto annullare dei match-point prima di meritarsi il passaggio del turno. L’impresa in semifinale contro Civitanova: violato subito l’Eurosuole Forum in gara1, immediato 2-0 davanti al proprio pubblico che ha poi festeggiato in gara4, culmine di una serie meravigliosa e meritatamente vinta.

PRECEDENTI CONTRO MODENA – Perugia ha affrontato Modena nove volte, vincendo quattro volte ma l’ultima risale al 19 gennaio 2014, seconda giornata del girone di ritorno di SuperLega. In questa stagione sono arrivate tre sconfitte (due in regular season e quella in semifinale di Coppa Italia).

 

SESTETTO TITOLARE – Luciano De Cecco pronto per grandi magie e per gestire la squadra, in diagonale con Aleksandar Atanasijevic opposto dinamitardo da cui dipendono le sorti di Perugia. Di banda il caldissimo Aaron Russell e Denys Kaliberda (Fromm pronto a subentrare), al centro la coppia azzurra composta da Emanuele Birarelli e Simone Buti, Andrea Giovi il libero.

TIPOLOGIA DI GIOCO – Il sistema di gioco di Perugia è molto efficace perché riduce al minimo gli errori, rendendo difficile il cambio palla agli avversari. Sono una formazione che vanta grande propensione alla difesa. Sono carichi dopo aver eliminato Civitanova sovvertendo il fattore campo ma potrebbero pagare l’importanza della posta in palio. Determinanti le fasi di transizioni e i momenti caldi dell’incontro. Potenza offensiva affidata ad Atanasijevic e Russell, la coppia centrale composta da Birarelli e Buti è l’arma in più.

COACH – Slobodan Kovac è alla sua seconda finale dopo quella persa due anni fa, sempre alla guida di Perugia, contro Macerata. È arrivato in corsa sulla panchina dei Block Devils, dopo l’esonero di Daniel Castellani alla decima giornata di campionato.

 

Lascia un commento

Top