Nuoto sincronizzato: un mese di collegiale per l’Italia prima degli Europei di Londra

Minisini-Flamini-Nuoto-sincronizzato-Profilo-FB-Minisini.jpg

Un mese insieme, da oggi al 5 maggio, per preparare gli Europei di Londra (9-13/5) in cui confermarsi potenza del nuoto sincronizzato continentale. L’Italia lavorerà in collegiale a Roma, presso il Centro Federale di Pietralata, con 17 elementi tra cui spiccano la squadra qualificata a sorpresa per le Olimpiadi di Rio 2016 e quel Giorgio Minisini vero e proprio trascinatore morale di un gruppo che adesso punta a stupire l’Inghilterra. Per il primo e unico sincronetto azzurro, vincitore di due bronzi mondiali nel duo misto a Kazan, l’evento di Londra sarà il momento clou della stagione: si può tentare il colpaccio.

convocati: Elisa Bozzo (Marina Militare/Unicusano Aurelia N), Beatrice Callegari (Marina Militare/Montebelluna N), Noemi Carrozza (All Round), Camilla Cattaneo (Fiamme Oro Roma/Carisa RN Savona), Linda Cerruti (Marina Militare/Carisa RN Savona), Francesca Deidda (Fiamme Oro Roma/Promogest), Camilla Di Costanzo (Caisa RN Savona), Costanza Ferro (Marina Militare/Carisa RN Savona), Manila Flamini (Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia N), Gemma Galli (Busto N), Elena Gandini (Plebiscito Padova), Giorgio Minisini (Unicusano Aurelia N), Mariangela Perrupato (Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia N), Alessia Pezone (Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia N), Federica Sala (Sincro Seregno), Sara Sgarzi (Fiamme Oror Roma/Uisp Bologna) e Veronica Yacoub (Unicusano Aurelia N).

Lo staff: il commissario tecnico Patrizia Giallombardo, i tecnici Roberta Farinelli, Giovanna Burlando, Yumiko Tomomatsu e Rossella Pibiri, il medico Gianfranco Colombo, il fisioterapista Alessandro Capacchione, il preparatore atletico Annabella Cinti e il preparatore acrobatico Adolfo Lampronti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Facebook Giorgio Minisini

Lascia un commento

Top