Judo, Europei 2016: l’Italia femminile guarda alle medaglie

Judo-Edwige-Gwend.jpg

Siamo oramai prossimi ai Campionati Europei di judo 2016, previsti a Kazan’, in Russia, dal 21 a 24 aprile. La rassegna continentale avrà quest’anno una doppia valenza, visto che oltre alle medaglie saranno in palio anche punti pesanti per le qualificazioni olimpiche ai Giochi di Rio 2016, con i vincitori di ciascuna categoria che ne otterranno ben 400, come del resto accade per tutte le rassegne continentali.

Alla vigilia della rassegna europea, le due azzurre di punta si presentano con la qualificazione olimpica già in tasca. Parliamo naturalmente di Edwige Gwend (63 kg) ed Odette Giuffrida (52 kg), che potranno dunque concentrarsi sull’evento continentale in sé, senza dover fare troppi calcoli di punteggi. Se lo scorso anno le due fecero parte della squadra che vinse la medaglia di bronzo nel team event di Baku, una medaglia europea individuale manca all’Italia da quattro anni, ovvero dall’edizione di Istanbul 2011, quando Elio Verde (60 kg) ed Erica Barbieri (70 kg) ottennero due medaglie di bronzo. Gwend e Giuffrida sono certamente le due principali indiziate per rompere questo digiuno, e partiranno entrambe con il vantaggio di essere testa di serie: numero sei per la nativa del Camerun, sette per la romana.

Se le atlete di cui abbiamo appena parlato non dovranno pensare alle qualificazioni olimpiche, la questione Rio 2016 è più che mai aperta per Valentina Moscatt (48 kg) ed Assunta Galeone (78 kg), entrambe situate su quel limite che divide il paradiso a cinque cerchi dall’inferno. Moscatt vanta attualmente uno dei due pass su quota continentale, mentre Galeone è uscita di poco dal novero dei qualificati in seguito alle altre rassegne continentali, che hanno permesso ad altre judoka di scavalcarla. Per loro, dunque, sarà necessario quanto meno un piazzamento tra le migliori otto, sinonimo di punti importanti per quello che è il vero evento clou del 2016.

Veniamo infine a Maria Centracchio, che rappresenterà l’Italia nella categoria 57 kg. La giovane molisana ha oramai ereditato il ruolo di titolare in questa divisione di peso, dopo che Giulia Quintavalle ha rinunciato a numerosi tornei, alzando di fatto bandiera bianca per una nuova partecipazione olimpica. Centracchio sarà dunque l’outsider della squadra azzurra, visto che la qualificazione per Rio è oramai troppo lontana, ma allo stesso tempo si tratterà per lei del torneo più importante dell’anno.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top