Nuoto, Trofeo Città di Milano 2016: vola Carraro. Mattinata veloce con Sabbioni, Pellegrini e Dotto

Simone-Sabbioni-nuoto-foto-La-presse-ph.-Gian-Mattia-D’Alberto-ricevute-da-ufficio-stampa-Arena-Italia.jpg

MILANO – Ieri il mezzofondo e i 200 con le emozioni targate Gregorio Paltrinieri e Federica Pellegrini, oggi – nella sessione mattutina – spazio alla velocità che tornerà poi anche nel pomeriggio. Il sesto Trofeo Città di Milano della piscina Daniela Samuele di via Mecenate è un succoso antipasto degli Assoluti di Riccione (19-23 aprile) in cui, in palio, ci saranno le Olimpiadi.

CARICO SABBIONI – Il dorsista romagnolo continua a vincere nei 100 dorso. “Ho lavorato di più rispetto al 2015 – commenta a caldo – e per ora tutto sta andando bene. Il clou della prima parte di stagione saranno gli Assoluti”, in cui abbassare il 55”15 che vale il titolo milanese davanti a Niccolò Bonacchi (55”97) e Christopher Ciccarese (55”70).

CARRARO QUASI RECORD – La genovese Martina Carraro vola nei 50 rana e conferma il suo ottimo stato di forma sull’onda del rilancio di Netanya. Il crono di 30”79 vale il quasi record italiano nella specialità (che appartiene ad Arianna Castiglioni, assente per infortunio, con cinque centesimi in meno) ed è il secondo tempo del 2016 dietro all’olimpionica lituana Ruta Meilutyte (30”40). Seconda una sorprendente Lisa Angiolini (31”92 dalla serie 3, PB) e terza Ilaria Scarcella (32”02).

ANCORA FEDE – Dopo l’1’55”92 della sua gara preferita – quarto miglior tempo mondiale dell’anno – Federica Pellegrini si rituffa per i 100 stile libero, velocità pura, un test che serve soprattutto in ottica 200. Il 54”34 la rende comunque soddisfatta e il weekend meneghino va in archivio “in maniera fruttuosa”. Sempre un personaggio a 360°, Fede apre l’intervista con un messaggio “per tutti i papà” nell’odierna festa a loro dedicata e si diverte a bordo vasca con i ragazzi disabili invitati al meeting. Seconda Erika Ferraioli in 54”82, terza Aglaia Pezzato in 55”85.

IL RE È DOTTO – La gara regina – 100 stile libero – è del veneto, al terzo segnale positivo dopo gli Assoluti invernali e la trasferta americana a Orlando. Un 48”77 che convince – soprattutto perché nuotato al mattino – e lascia ottimisti in vista di Riccione. In una prova condizionata da due stop alla partenza per problemi tecnici, Filippo Magnini chiude secondo (49”37) e Marco Orsi è terzo (49”75). Per il Bomber appuntamento con i 50 del pomeriggio.

ALTRE GARE – Record della manifestazione per Silvia Di Pietro in apertura di mattinata: 26”64 nei 50 farfalla davanti a Ilaria Bianchi (27”40, più tardi i “suoi” 100) ed Elena Di Liddo (27”73). Piero Codia (23”73) sprinta su Matteo Rivolta (24”38, anche per lui i 100 in cui lanciare segnali) e Francesco Giordano (24”53). Nei 100 dorso al femminile c’è Carlotta Zofkova (1’01”42) su Margherita Panziera (1’01”67) e Arianna Barbieri (1’01”82). Fabio Scozzoli tocca primo nei 50 rana in 27”82 e sale sul podio con Lorenzo Antonelli (27”94) e il greco Ioannis Karpouzlis (28”26). Infine, i 400 misti: Stefania Pirozzi tocca in 4’40”27 e Federico Turrini in 4’21”18. A medaglia anche Luisa Trombetti (4’45”39), Alessia Polieri (4’47”95), Lorenzo Tarocchi (4’24”94) e Giorgio Gaetani (4’27”63).

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Gian Mattia D’Alberto/LaPresse/ricevuta da ufficio stampa Arena Italia

Lascia un commento

Top