Giro delle Fiandre 2016, il percorso: Oude Kwaremont e Paterberg decisivi

Schermata-2016-03-25-alle-12.18.27.png

Dopo le tragedie che hanno colpito il mondo del ciclismo negli ultimi due giorni è difficile tornare a parlare di gare. Nella grande famiglia delle ruote mancheranno Antonine Demoitié e Daan Myngher. Il miglior modo per ricordarli, però, può essere fare quello che loro amavano. Ovvero correre.

Domenica si disputerà la centesima edizione del Giro delle Fiandre, seconda Classica Monumento della stagione. 255 chilometri tra Brugge e Oudenaarde con 18 muri (di cui 11 in pavé) e 7 tratti in ciottolato da affrontare. La prima parte di gara sembra quasi un lungo trasferimento nel cuore pulsante della corsa e della passione fiamminga. Dopo oltre 100 chilometri la prima asperità, l’Oude Kwaremont. Oltre due chilometri massacranti (la pendenza media è del 4% solo perché in diversi tratti spiana) e con fondo disconnesso che ritroveremo più volte nel corso della giornata.

Nei successivi 33 chilometri altri quattro muri, che potrebbero anche creare una prima scrematura in gruppo. L’ultimo della serie sarà il Molenberg. Dopo una ventina di chilometri Leberg, Berendries e Valkenberg in rapida successione, seguiti dopo una decina di chilometri dal Kaperij e dal Kanarieberg, tutti con fondo stradale senza le pietre.

A 57 chilometri dall’arrivo comincerà il vero Fiandre. Si doppia l’Oude Kwaremont, falsopiano, discesa e subito Paterberg: un vero e proprio muro, 300 metri con una pendenza media superiore al 10%. Queste due asperità torneranno, più avanti. Il Koppenberg è posto a 45 dalla conclusione: strada stretta, pietre aggressive e una strettoia in cui sarà importantissimo trovarsi nella testa del gruppo per non rimanere attardati. A seguire nessun respiro con Steenbeekdries e Taaienberg che potrebbe essere un buon trampolino di lancio a 36 dall’arrivo.

In questa fase gli atleti rimasti al comando potrebbero provare a tirare il fiato, con il solo Kruisberg/Hotond tra i meno 36 e i meno 16. Nonostante questo, però, le strade strette e la necessità di rilanciare continuamente terrà gli atleti in tensione per l’accoppiata Oude Kwaremont-Paterberg, decisiva con quest’ultimo muro a 12 chilometri dall’arrivo. Il sarà è pianeggiante. 

L’altimetria:

Fiandre 2016 percorso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto By Spotter2 (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top