Calcio, Champions League: Bayern Monaco-Juventus 4-2 dts. Le pagelle dei bianconeri

Bayern-Monaco-Juventus-Champions-2016-Twitter-Bayern-Monaco.jpg

Il sogno si infrange in pieno recupero. Il sempre sornione Thomas Mueller incorna il pareggio e la partita perfetta va in fumo. Juventus ripresa dal Bayern Monaco dopo un primo tempo incredibile. Ma, da 0-2, i bianconeri crollano. 2-2, poi 4-2 bavarese ai supplementari. “Qui è la fine“, citando il discusso tweet pomeridiano dei tedeschi, ma fa malissimo così. Le pagelle:

Buffon, 6.5: pareva essere un’altra serata perfetta. Miracolo di piedi su Mueller, grinta da trascinatore. Invece non può nulla sulle due incornate che sciolgono i suoi compagni di squadra.

Lichtsteiner, 6: qualche indecisione all’inizio, quando di testa fa venire i brividi ai tifosi bianconeri, ma poi limita come può Ribery e prova anche a farsi vedere in attacco. Stanchissimo nei supplementari.

Bonucci, 5.5: si perde Lewandowski in occasione dell’1-2 e lì la partita cambia. Da roccioso a spaesato.

Barzagli, 6.5: muro invalicabile per 90 minuti. Poi va in affanno. Ma non ha colpe evidenti.

Evra, 5.5: invalutabile. Da 7.5 per tutta l’esperienza che mette a disposizione fino a quando, in pieno recupero, perde un ingenuo pallone al limite dell’area. Dal cross seguente Mueller pareggia. Ed è un errore che vale l’insufficienza.

Cuadrado, 7: il gol dello 0-2 illude tutti. Addirittura sfiora il tris a fine primo tempo, ma Neuer si salva ringraziando anche il palo. Comunque uno dei migliori nel primo tempo più bello della storia recente bianconera. Dall’89’ Pereyra, sv.

Khedira, 7: comanda il centrocampo ma non regge i ritmi imposti dal Bayern. E, quando esce, diventa tutta un’altra partita. Dal 68′ Sturaro, 5.5: entra agguerrito ma sbaglia troppi palloni.

Hernanes, 5.5: si vede pochissimo, non ha meriti né colpe particolari. I supplementari, però, lo provano fisicamente

Pogba, 6: sfiora la notte della consacrazione all’indomani del suo 23esimo compleanno. Ma è un’illusione che purtroppo dura troppo poco. C’è ancora da lavorare.

Alex Sandro, 6: difende e attacca. Fa l’ala sinistra ma anche il terzino. Dalla sua zona, però, nascono i due cross che valgono il pareggio del Bayern.

Morata, 8: clamorosamente fortissimo. I dribbling che valgono l’assist per il raddoppio di Cuadrado si sono visti solo da Messi e Ronaldo negli ultimi anni. Lotta su ogni pallone, gli viene annullato un gol regolare, ne sfiora un altro facendo sempre tutto da solo. Peccato non poterlo vedere ancora nel suo habitat perfetto: la Champions. Dal 72′ Mandzukic, 5.5: lotta come può quando ormai la Juventus non attacca e non ha nemmeno la forza per farlo. Non la sua partita.

Allegri, 5.5: difficilissimo dargli un voto. 9 per il primo tempo, 4.5 per il secondo. Toglie Khedira e regala il centrocampo al Bayern Monaco. Toglie Morata e la Juventus si spegne nelle ripartenze. Poco da dire nei supplementari, con l’inerzia psicologica ormai spenta. Ma è fuori, e conta questo. Se non bocciato, per lo meno rimandato. Non può perdere il campionato.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter Bayern Monaco

Lascia un commento

Top