Atletica, Mondiali indoor 2016: Reese batte Španović oltre i sette metri

Atletica-Brittney-Reese-IAAF.jpg

Ai Mondiali indoor di atletica leggera 2016 si è arrivati senza atlete in grado di superare la soglia dei sette metri nel salto in lungo femminile questa stagione. Una lacuna prontamente colmata dalla battaglia di Portland, che ha visto prevalere la padrona di casa Brittney Reese sulla serba Ivana Španović. Quest’ultima ha guidato la gara a lungo, mettendo a segno un salto da 7.00 metri sin dal primo tentativo, e poi migliorandosi a 7.07 metri al quinto. Dal canto suo, Reese ha carburato solamente alla fine, con un salto da 7.00 metri e poi un incredibile balzo finale da 7.22 metri, che le ha regalato la medaglia d’oro e naturalmente la miglior prestazione mondiale stagionale.

Campionessa europea indoor della specialità, Španović non riesce dunque a completare la doppietta con il titolo mondiale, ma migliora comunque il terzo posto che aveva ottenuto nell’edizione di due anni fa, mettendo anche a segno il record nazionale (il suo precedente primato era di 7.02 m). Reese, invece, trionfa davanti al proprio pubblico: per la ventinovenne si tratta del terzo successo in carriera dopo quelli del 2010 e del 2012, senza dimenticare che la stessa statunitense ha vinto anche due titoli iridati all’aperto (2011 e 2013), nonché i Giochi Olimpici di Londra 2012.

A completare il podio è la britannica Lorraine Ugen, classe 1991, che con 6.93 metri ha realizzato il proprio personal best in assoluto ed il record nazionale indoor. Fuori dalla zona medaglia la seconda statunitense Janay Deloach, quarta con 6.89 nonostante il season best, mentre la più quotata connazionale di Ugen, Shara Proctor, ha chiuso solo ottava (6.57 m).

Ricordiamo che la prova si è svolta con una formula particolare, che ha visto tutti le atlete saltare per tre volte, per poi procedere ad ulteriori due tentativi per le migliori otto, mentre l’ultimo è stato riservato solamente alle migliori quattro. Una novità introdotta per evitare le qualificazioni in occasione delle rassegne indoor, e che viene applicata anche al getto del peso ed al salto triplo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IAAF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top