Tuffi, Coppa del Mondo 2016: Michele Benedetti finalista da 3 metri!

mikis-vola.jpeg

L’Italtuffi non smette di stupire nella Coppa del Mondo di Rio. Chi l’avrebbe mai immaginato un finalista nei 3 metri individuali dopo che il miglior risultato raggiunto ai Mondiali di Kazan di luglio è stato un 30esimo posto? Michele Benedetti, 31 anni, fa valere tutta la sua esperienza e accede all’atto conclusivo dei migliori 12. Con tante assenze di lusso, vero, ma anche con molti eliminati eccellenti. E poi conta chi c’è, e il romano è nono in semifinale con 435.80 punti.

Gli azzurri sognano addirittura il doppio passaggio del turno. Perché Andrea Chiarabini, ieri terzo nell’eliminatoria dei due pass olimpici, è quinto a metà gara con un quadruplo e mezzo avanti raggruppato da 79.80. Tuttavia la sua corsa si interrompe nella rotazione successiva, quando entra quasi ‘a ponte’ con il famigerato triplo e mezzo rovesciato raggruppato. Il primo impatto con l’acqua, eseguito comunque con le mani, non gli vale il nullo. Ma i 3.50 punti lo condannano: diciassettesimo a quota 368.55.

Invece Benedetti fa la sua gara, silenziosa ma costante dopo un doppio e mezzo carpiato sottotono (58.50), e si esalta con gli avvitamenti, il suo pane quotidiano. Quello avanti lo paga con 81.60. E ancora una volta premia la scelta di risparmiare il 307c a favore del doppio e mezzo: 73.50 per accedere in finale da nono in clasifica. Comanda il cinese He Chao, unico sopra i 500 punti (508.50). Alle 23 italiane in palio le medaglie: diretta streaming su Fina Tv.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Paolo Maria Sacchi/Ag. Visconti

Lascia un commento

Top