Tiro a segno, Europei a 10m: le speranze di pass olimpici per l’Italia

elania_nardelli_uits.jpg

E’ sempre più vicino l’Europeo 2016 di tiro a segno dai 10 metri di Gyor dove, oltre agli allori continentali, saranno in ballo ancora dodici carte olimpiche, divise in quattro gare (di cui tre per ogni singolo contest) per poter partecipare all’appuntamento di Rio 2016.

Andiamo quindi ad esaminare, dal punto di vista della nazionale italiana, quali potrebbero essere le chance azzurre di aumentare il contingente, attualmente pari a cinque atleti, in vista della kermesse brasiliana:

CARABINA 10 METRI UOMINI
Lorenzo Bacci (Fiamme Oro), Enrico Pappalardo (Marina), Simon Weithaler (Esercito)

Con Niccolò Campriani e Marco De Nicolo già qualificati, si punta a trovare un terzo rappresentante da affiancare nel comparto maschile. Enrico Pappalardo, per esperienza e personalità, potrebbe essere quello con più chance, mentre Lorenzo Bacci e Simon Weithaler, dei quali va ricordata la giovane età, dovrebbero pescare il cosiddetto “Jolly” per strappare un pass a Cinque Cerchi

PISTOLA 10 METRI UOMINI
Mauro Badaracchi (Forestale), Dino Briganti (Fiamme Gialle), Luca Tesconi (Carabinieri)

Questo è sicuramente il comparto su cui la nazionale punterà di più per rimpolpare la pattuglia da allestire verso Rio. I palmares di Badaracchi, Briganti e Tesconi, il quale peraltro è il vicecampione olimpico di Londra 2012 in questa specialità, sono già di per sè un ottimo biglietto da visita a cui si spera possano fare eco i risultati nel poligono magiaro.

CARABINA 10 METRI DONNE
Elania Nardelli (Marina), Maria Schiava (Esercito), Sabrina Sena (Forestale)

Se Nardelli e Sena fossero in grado di ripetere il risultato dell’anno scorso nell’Europeo olandese, quando si qualificarono entrambe per la finale, con la Sena addirittura argento, il risultato sarebbe assicurato. E’ ovvio che la concorrenza sarà ancor più agguerrita, ma le tiratrici pugliesi hanno dimostrato di saper tirare fuori gli artigli. Discorso diverso invece per Maria Schiava: la calabrese è al primo evento di questo genere da senior, quindi tutto quello che potrà raccogliere le servirà come esperienza per il suo futuro.

PISTOLA 10 METRI DONNE
Giustina Chiaberto (Susa), Susanna Ricci (Torino)

Senza nascondersi dietro ad un dito: è il settore dove l’Italia ha maggiori difficoltà e minore tradizione. Sull’impegno e il lavoro delle nostre rappresentanti nessuno può obiettare qualcosa, ma i risultati di altre compagni continentali testimoniano la differenza di livello. Certo che però, se la Chiaberto e soprattutto la Ricci dovessero trovare una giornata positiva come quando ai Campionati del Mondo di Granada 2014 andarono ad un passo dalla qualificazione nella finalissima…

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: UITS

Lascia un commento

Top