Scherma, Coppa del Mondo: doppio quarto posto per la sciabola italiana. Donne qualificate per Rio 2016

Sciabola-femminile-Bianco-Vecchi-Gregorio-Gulotta-scherma-foto-da-augusto-bizzi-federscherma.jpg

La prima volta della sciabola femminile a squadre. In silenzio, con una regolarità impressionante, le azzurre sono qualificate per Rio 2016. Missione raggiunta senza mai salire sul podio: in una specialità dove, probabilmente, le migliori tre del circuito rimangono superiori, il quartetto italiano fa il suo e, con l’ennesimo quarto posto della stagione, ottiene il pass aritmetico per i Giochi.

A dir la verità, la certezza arriva ben prima della fine della tappa di Sint Niklass, in Belgio, perché è il successo per 45-44 del Messico sulla Cina agli ottavi di finale a rendere ormai irraggiungibili Rossella Gregorio, Martina Criscio (oggi al posto della titolare Irene Vecchi), Irene Vecchi e Loreta Gulotta che, battuti Azerbaijan (45-24) e Stati Uniti d’America (45-38), perdono contro la Russia in semifinale (25-45) e contro l’Ucraina nell’assalto per il bronzo (42-45). Russia che poi è oro sulla Francia.

Stesso risultato per la squadra di sciabola maschile, che – da oro mondiale in carica – non potrà però difendere il bronzo di Londra 2012 a causa della rotazione delle armi. Senza Aldo Montano, a Varsavia (Polonia) il ct Giovanni Sirovich schiera un quartetto formato da Diego Occhiuzzi, Luca Curatoli, Enrico Berrè e Gigi Samele che supera Kazakistan (45-27) e Romania (45-39) prima di inchinarsi agli Usa futuri vincitori, 45-43 sulla Russia, in semifinale (35-45). La giornata si esaurisce poi con un’altra sconfitta, questa volta contro la Germania, nella corsa al terzo posto: finisce 40-45.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Federscherma

Lascia un commento

Top