Calcio a 5, Europei 2016: Italia eliminata per mano del Kazakistan, che vola in semifinale

Kazakistan_Uefa_Futsal.jpg

SI infrange contro il muro del Kazakistan l’avventura della nazionale italiana di calcio a cinque agli Europei 2016 in quel di Belgrado. I campioni uscenti del Bel Paese cedono 5-2 alla nuova potenza emergente del futsal continentale.

Il primo tempo parte in sordina, ma sono i kazaki ad avere il pallino del gioco in mano: inevitabilmente la presenza di Higuita condiziona gli azzurri che con il passare dei minuti concedono sempre più campo ai loro rivali senza, di contro, produrre niente in attacco.
Leo scalda più volte le mani a Mammarella che si fa trovare pronto ma poi al sedicesimo minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, deve cedere al fantasista del Kazakistan su un sinistro dalla distanza. E’ 1-0.
Gli azzurri sono scossi e non riescono a produrre alcuna reazione. La truppa di Cacau ne approfitta nuovamente. Dopo un giro palla prolungatissimo, sempre con Higuita fra i protagonisti, la palla giunge nel cuore dell’area di rigore dove Zhamankulov prima litiga con il pallone e dopo riesce a trovare il 2-0 a seguito di una carambola su cui il portiere del Bel Paese non può nulla.

Si va al riposo quindi con il Kazakistan in grande spolvero e più vicino alla semifinale.

 

La ripresa si apre con l’Italia nettamente più in palla: il possesso degli azzurri porta Ercolessi a riuscire in una giocata eccezionale. Il giocatore del Pescara infatti si libera del suo diretto avversario e mette al centro un tracciante su cui Fortino si catapulta firmano l’1-2 che riapre la contesa.
Gli uomini di Menichelli sembrano decisamente aver trovato il ritmo partita, ma dopo qualche giro di lancette su un’errore di Giasson nella risalita del campo palla al piede arriva l’inatteso 3-1 kazako a firma Yesenamanov.

E’ tutto da rifare. Lima e compagni si riversano comunque in attacco.
Nonostante lo scoramento, le occasioni arrivano. Proprio il capitano colpisce infatti il palo, con un piazzato dalla media distanza, poi Higuita e la traversa si oppongono a Canal.

A sei minuti dalla fine, poi si tenta il tutto per tutto: Lima passa a fare il portiere di movimento, mentre il Kazakistan si carica di falli arrivando a quattro falli di squadra.

Zhamankulov però ha la chance del 4-1 con la porta scoperta, ma non capitalizza con un tiro da dietro la metà campo.

Sembra essere un segnale negativo, eppure gli azzurri si caricano nuovamente e risalendo ancora una volta in attacco trovano il 3-2 con Canal, che conclude meravigliosamente un’azione dove la palla è girata fra tutti gli uomini dell’attacco ad una notevole velocità.

In campo c’è confusione. Talmente tanta che, come in occasione del terzo gol, la squadra gialloblu trova un’altra rete in circostanze fortunate con Nurgozhin. L’attaccante dei Kazaki si colloca al posto giusto nel momento giusto raccogliendo in tap-in un pallone che era terminato sul palo dopo un tiro di punta di Yesenamanov. Si va sul 4-2.

Gli azzurri non ne hanno più e addirittura in un ultimo disperato assalto subiscono il 5-2 da Leo, che firma la sua doppietta e certifica la semifinale del Kazakistan

Foto: UEFA Futsal

 

 

Lascia un commento

Top