Volley, Qualificazioni Olimpiadi 2016 – Si decidono le semifinaliste: biscotto o Italia? Olanda a un passo

Italia-Russia-volley-preolimpico.jpg

Giornata decisiva ad Ankara (Turchia) dove si sta disputando il torneo europeo di qualificazione alle Olimpiadi 2016 per il volley femminile. Oggi si determineranno le quattro semifinaliste che si daranno battaglia per il pass diretto a Rio e per i due tagliandi che rimandano al torneo mondiale di ripescaggio.

Nella Pool A la Turchia è già in semifinale e l’Olanda sta per raggiungerla. Le oranjes, dopo aver perso all’esordio contro la Germania, si sono riprese asfaltando le padrone di casa. Ora le ragazze di Guidetti dovranno semplicemente sconfiggere la modesta Croazia per proseguire la rincorsa alle Olimpiadi. Sloetjes e compagne sembrano nettamente superiori alle slave che non stanno nemmeno trovando il contributo di Fabris e Barun.

Le vicecampionesse d’Europa, vincendo oggi con qualsiasi risultato, eliminerebbero la buona Germania di Kozuch che pagherà a caro prezzo il netto ko contro la Turchia. Vincendo da tre punti l’Olanda si assicurerebbe anche il primo posto nel raggruppamento.

 

Nella Pool B, invece, il dilemma è chiaro già da tante ore: biscotto sì o biscotto no? Russia e Belgio hanno un risultato a disposizione per qualificarsi a braccetto alle semifinale: la vittoria delle fiamminghe per 3-2. Quello sarebbe l’unico risultato che renderebbe inutile la partita tra Italia e Polonia, match che chiuderà la fase a gironi. Le azzurre devono dunque sperare nella lealtà delle avversarie.

Sulla carta Kosheleva e Goncharova dovrebbero mangiarsi Van Hecke e compagne ma l’occasione di tagliar fuori l’Italia, rivale comunque accreditata per le Olimpiadi, è troppo ghiotta. Il duo d’attacco, insieme a Shcherban, è stato sbalorditivo nelle due precedenti uscite (soprattutto contro l’Italia ma anche per rimontare dallo 0-2 contro la Polonia). Il Belgio proverà a fermarle sfruttando al meglio il muro di Aelbrecht e Heyrman, oltre naturalmente alle bordate dell’opposto che dovrà segnare parecchi punti per tenere aperta la partita. Attenzione anche al discorso primo posto che, sulla carta, costringerebbe ad affrontare la Turchia in semifinale.

In base a quello che succederà l’Italia capirà se avrà ancora speranze. Le azzurre sembrano aver ritrovato coraggio e grinta, ma forse è troppo tardi. Senza Wolosz le biancorosse sembrano ampiamente alla portata delle ragazze di Bonitta che dovranno contrastare l’attacco polacco per avere la meglio.

 

Lascia un commento

Top